Calciomercato Roma, il pokerissimo di Natale: Pinto studia le carte

Calciomercato Roma, per Tiago Pinto scatta l’ora X: è arrivato il tempo di parlare dei rinnovi. Sono 5 i calciatori in bilico 

Futuro in bilico o quasi. E per Tiago Pinto sembra proprio essere arrivato il momento di iniziare i colloqui per i rinnovi contrattuali. L’ora X, insomma, per il general manager portoghese che deve valutare le situazioni di cinque elementi che tra il prossimo giugno e quello del 2024 hanno un accordo che si avvia verso la scadenza.

Calciomercato Roma, il pokerissimo di Natale: Pinto studia le carte
Pinto ©LaPresse

A fare un quadro della situazione ci pensa la Gazzetta dello Sport in edicola questa mattina: a parte Zaniolo per il quale il quadro al momento sembra abbastanza chiaro, Smalling, Matic, Belotti ed El Shaarawy sono quelli vicini alla chiusura dell’accordo. E, tra questi, solamente il Faraone non ha una clausola che potrebbe far scattare un’opzione. Ma entriamo nel dettaglio.

Calciomercato Roma, da Zaniolo a Smalling: la situazione rinnovi

Calciomercato Roma, il pokerissimo di Natale: Pinto studia le carte
Smalling ©LaPresse

Nessun passo in avanti per El Shaarawy è stato fatto dalla Roma, si rimane in attesa di capire l’evolversi della situazione anche se a lui ovviamente piacerebbe rimanere in giallorosso. Ma se nel corso dei prossimi mesi non arrivassero segnali, allora anche lui capirebbe che per continuare a giocare dovrà trovarsi una nuova sistemazione.

Assai più chiare invece le situazioni che coinvolgono Smalling, Matic e Belotti. I primi due hanno un’opzione per un altro anno al raggiungimento della metà delle presenze stagionali. Questa scatterebbe a quota 29 presenze, ma se per il serbo il rinnovo scatterà in automatico, il difensore inglese potrà decidere in autonomia il da farsi. Infine Belotti: anche qui rinnovo automatico per altre due stagioni ma fino al momento l’attaccante tanto corteggiato nel corso della passata estate ha deluso le attese. In poche parole: rinnovo sì ma poi Pinto dovrà decidere il da farsi. Tutto dipende dalle prestazioni del Gallo nella seconda parte di stagione.