Addio Karsdorp e prezzo fissato: la Roma ha deciso

Calciomercato Roma, addio Karsdorp a gennaio e decisione già presa. C’è l’annuncio di Gianluca Di Marzio.

Il noto esperto di mercato ha cercato di fare chiarezza su una delle questioni maggiormente discusse nella Capitale nel corso degli ultimi mesi. Fino a qualche tempo fa, infatti, si sarebbe unicamente parlato di quelle che sarebbe dovuta essere l’attenzione di Tiago Pinto in entrata, sottovalutando uscite che a differenza delle passate campagne acquisti saranno meno urgenti e numerose.

Calciomercato Roma
Rick Karsdorp ©LaPresse

Quanto accaduto tra il su citato esterno olandese e la Roma impone però certamente delle riflessioni, soprattutto dopo aver assistito ad un’ulteriore incrinatura nei rapporti tra Rick e un club del quale ha rifiutato le convocazioni agli allenamenti successivi alla settimana di pausa dopo l’ultima gara del campionato prima della sosta Mondiale. Non si tratta certamente di una situazione semplice, per tutti gli elementi coinvolti. A partire dallo stesso giocatore, il cui rapporto con la piazza non potrà non risentire dell’accaduto ma senza dimenticare di come la grande difficoltà interesserà il modus operandi del club stesso.

Calciomercato Roma, futuro Karsdorp: nessuna deroga dei giallorossi

Calciomercato Roma
Rick Karsdorp ©LaPresse

Quest’ultimo sa infatti di trovarsi a libro paga un elemento poco gradito al mister e attualmente in una posizione scomoda ma la cui importanza ha già catalizzato nobili e plurimi attenzioni, anche e soprattutto alla luce di uno status quo che potrebbe portare diverse società e cercare di approfittare per concretizzare l’operazione in modo conveniente. Proprio da questo punto di vista, Gianluca Di Marzio si è espresso con grande chiarezza durante la trasmissione Sky Sport, Calciomercato L’originale.

Questo il suo annuncio. “La Roma non deroga sulla formula né tantomeno sulla cifra. Non intende dare il giocatore in prestito e ha decio che Karsdorp partirà solo se a titolo definitivo e per cifre tra i 10 e i 12 milioni di euro. Dunque nessun saldo e alcuna deroga sulle valutazioni di mercato, nonostante la situazione“.