Milan-Roma, designazione arbitrale da incubo: Mourinho trema

La designazione arbitrale per Milan-Roma fa tremare José Mourinho e i giallorossi: dal passato arrivano brutti ricordi

Il rapporto tra la Roma e la classe arbitrale negli ultimi anni non è stato proprio dei migliori. Diversi errori hanno portato ad alcune sospensioni dei direttori di gara proprio dopo aver arbitrato una gara dei giallorossi. Domenica per la Roma ci sarà un big match di fondamentale importanza per le ambizioni giallorosse, ovvero quello contro il Milan. I rossoneri hanno appena accorciato sul Napoli capolista arrivano a meno cinque punti, mentre la squadra di Mourinho vuole avvicinarsi alla zona Champions League.

José Mourinho, allenatore della Roma ©LaPresse

Milan-Roma andrà in scena domenica sera alle 20:45 e anche questa volta Mourinho non sarà in panchina per via delle due giornate di squalifica, una già scontata ieri contro il Bologna. Ma di sicuro allo ‘Special One’ non farà piacere la designazione arbitrale scelta per il big match di San Siro. Brutti ricordi nella mente dei romanisti.

Milan-Roma, Massa il fischietto del match: al Var Irrati

Domenica sera ci sarà il primo big match del 2023 per la Roma, che affronterà il Milan a San Siro. Entrambe le squadre hanno aperto l’anno nuovo con una vittoria contro Bologna e Salernitana e domenica vorranno conquistare punti necessari per i propri obiettivi stagionali.

Milan-Roma, designazione arbitrale da incubo: Mourinho trema
Davide Massa, arbitro di Serie A

La designazione arbitrale per il big match però di certo non sorride alla Roma. Il direttore di gara sarà Davide Massa, fischietto della sezione di Imperia che nella capitale è sicuramente ricordato per il contatto tra Kalinic e Pisacane in un Roma-Cagliari del 2019 e la mancata espulsione di Cigarini per un’entrata a forbice su Diawara. Da quella partita Massa è stato due anni senza arbitrare i giallorossi. Al Var ci sarà Massimiliano Irrati, altro arbitro che riporta alla mente l’ultimo Roma-Napoli perso 0-1, con lo scontro faccia a faccia con Karsdorp a fine partita. Infine il quarto uomo sarà Aureliano, che lo scorso anno proprio in Milan-Roma era al Var e non segnalò due rigori a favore della Roma su Ibanez e Zaniolo, ma vide il tocco impercettibile di mano di Abraham in area di rigore. Non si prospetta una gara semplice per i giallorossi, che però devono resettare tutto e mettere da parte le ruggini passate.