Scontri tra tifosi di Napoli e Roma: la ricostruzione

Scontri tra tifosi di Napoli e Roma, gli ultimi aggiornamenti su quanto accaduto nel pomeriggio odierno sull’autostrada A1.

Non si parlerà solo di calcio, purtroppo, nella giornata odierna, ricca di spunti interessanti sul fronte sportivo ma destinata ad essere contraddistinta da non poche discussioni e aggiornamenti legati agli accaduti che hanno coinvolto i tifosi di Napoli e Roma. Da sempre accomunati da una forte passionalità e amore nei confronti delle rispettive squadre, sono da anni distanziati da un’antipatia sportiva aumentata non poco nell’ultima decade.

Polizia
Polizia ©LaPresse

I tempi del Derby del Sole sono purtroppo ormai lontani, nonostante una vicinanza (anche geografica) tra due piazze e realtà che sembrano sovrapponibili da tanti punti di vista. I nobili traguardi contesi negli ultimi anni dalle compagini, unitamente a fatti di cronaca globalmente noti, hanno infatti inasprito un rapporto che diverse volte ha generato questioni e problemi di ordine pubblico. Nella giornata di oggi, domenica 8 gennaio, si è purtroppo assistito all’ennesimo scenario di violenza coinvolgente le due tifoserie.

Scontri tra tifosi di Napoli e Roma: ecco cosa è successo

Che tra Napoli e Roma non corra buon sangue è cosa nota ed emersa in questi anni anche da tutta una serie di scelte, come quella legata al divieto di trasferta in Campania per i residenti nel Lazio o il viceversa nel caso delle partite casalinghe della Roma contro i partenopei. L’obiettivo è sempre stato quello di evitare contatto tra i tifosi, sulla falsariga degli eventi passati e, da oggi, anche degli eventi verificatisi sull’A1.

Scontri autostrada
Scontri tifosi Napoli e Roma ©Ansafoto

Come riportato da Ansa, infatti, all’altezza di Arezzo si sono consumati degli scontri tra le due frange, presso l’area di servizio Badia al Pino. La genesi sarebbe da rintracciarsi nell’agguato teso da un gruppo di supporter campani ad un gruppo di tifosi della Roma, in viaggio verso Milano per la partita di stasera. Consequenziale e reciproco il lancio di sassi e lacrimogeni tra le due parti coinvolte, con immediato intervento delle forze dell’ordine.

Queste ultime hanno bloccato il traffico stradale, da poco ripreso. In base a quanto riferito da fonti endogene al corpo di Polizia, all’interno dell’area di servizio erano presenti minivan di supporter azzurri diretti a Genova per Sampdoria-Napoli. Nell’area stazionavano pattuglie di Polizia stradale e carabinieri che avevano già provveduto alla chiusura dell’accesso alla zona.  I tifosi napoletani, dall’area di sevizio, avrebbero quindi lanciato oggetti contro le macchine dei romanisti in transito verso Milano, suscitando la reazione di questi ultimi che avrebbero risposto ai lanci, generando così i tafferugli. Per ora si registra un ferito, trasportato all’ospedale di Arezzo per visite e cure.