Intrigo Conte-Juventus: il doppio tradimento fa saltare il banco

Calciomercato Juventus, le parole sul futuro di Antonio Conte che possono ribaltare nuovamente le carte in tavola.

Il successo ottenuto al cospetto dell’Udinese allo Stadium è stata una spinta ulteriore per la Juventus di Max Allegri, in grado di inanellare l’ottavo successo consecutivo in campionato.

Antonio Conte ©LaPresse

I bianconeri sono riusciti a tenere inviolata la propria porta per l’ennesima volta, evidenziando quei segnali di crescita manifestati in lungo e in largo anche sul finire del 2022. La Juventus ormai reca ben visibile l’impronta per proprio allenatore, con Allegri al quale sarà demandato un compito di nevralgica importanza. Il tecnico livornese dovrà essere in grado di incollare le varie tessere di un mosaico ancora in costruzione, che però con il tempo sta ritrovando pezzi importanti. A fine stagione, ovviamente, saranno tratte le debite conclusioni. Dopo un’annata – la scorsa – avara di successi, infatti, i bianconeri vogliono ritornare in tempi relativamente brevi ad alzare un trofeo. In caso contrario un eventuale ribaltone in panchina non sarebbe da escludere a priori.

Calciomercato Juventus, Conte-Tottenham e il motivo della mancata firma

Sotto questo punto di vista, interessanti indiscrezioni trapelano dall’Inghilterra. Uno dei profili che, volente o nolente, è ritornato in orbita Juventus è quello di Antonio Conte. A maggior ragione dopo le dimissioni di Andrea Agnelli, infatti, un possibile ritorno di Conte – che non ha ancora rinnovato il suo contratto con il Tottenham in scadenza nel 2023 – non si configura come un’opzione utopistica.

Antonio Conte ©LaPresse

Gli Spurs stanno provando in tutti i modi a trovare il bandolo della matassa con Conte, anche se la partita è ancora aperta e le sorprese sono dietro l’angolo. Noel Whelan, intervenuto a Football Insider, ha fornito maggiori ragguagli in merito alla situazione, esternando il suo punto di vista. Ecco quanto dichiarato dall’ex centrocampista del Leeds: Mancata firma di Conte? Le sue parole suonano come quelle di un allenatore che non sta ricevendo quanto gli era stato promesso. La ragione per cui non sta firmando il nuovo contratto potrebbe essere rintracciata in questa motivazione. Vuole far migliorare la squadra, ma i fondi non gli vengono dati. Arteta è stato sostenuto, facendo progredire la squadra e trasformandola in una seria candidata al titolo: nel caso in cui Conte non dovesse ottenere lo stesso sostegno, non firma il contratto. È semplice.”