ASRL | Quindici milioni per l’eroe “mondiale”: la Roma ha un alleato

Calciomercato Roma, quindici milioni per l’eroe “Mondiale”: i giallorossi hanno un alleato che potrebbe tornare utile alla fine della stagione

L’eroe Mondiale che è entrato nel mirino della Roma. Che ha un alleato. E che potrebbe tornare utile decisamente alla fine della stagione. Ora, sappiamo benissimo che Pinto sta guardando sul mercato a quelli che potrebbero essere degli innesti anche in un ruolo delicato come quello del portiere. E di nomi, in casa giallorossa, ne sono girati parecchi.

ASRL | Quindici milioni per l'eroe "mondiale": la Roma ha un alleato
Tiago Pinto ©LaPresse

Oltre al mercato italiano – che comprende il profilo di Carnessechi che ha un prezzo proibitivo di Vicario, entrambi seguiti dalla Juventus, inoltre – ce n’è un altro che gira dalle parti di Trigoria e che porta il nome di Livakovic, portiere della Dinamo Zagabria e della nazionale croata che ha trascinato in Qatar i propri compagni fino alla semifinale. Ieri è arrivata la notizia di un forte interesse del Villarreal per il giocatore. Notizia che secondo le informazioni raccolte da Asromalive.it è reale. Anche se, dalla Spagna, un’offerta ufficiale ancora non è arrivata.

Calciomercato Roma, Pinto rimane vigile

In tutto questo Tiago Pinto rimane vigile sulla questione Livakovic. Anche perché in casa giallorossa alle spalle di Rui Patricio c’è poco, con Svilar che non convince per niente e che non offre garanzie. E siccome la carta d’identità del portoghese non è freschissima, è normale iniziare a pensare a quelle che potrebbero essere le soluzioni per il futuro.

ASRL | Quindici milioni per l'eroe "mondiale": la Roma ha un alleato
Livakovic ©AnsaFoto

Una di queste porta proprio a Livakovic, che al momento non è in prezzo di saldo: la Dinamo chiede 15 milioni di euro, ma se il portiere non dovesse rinnovare (il suo contratto è in scadenza nel 2024) allora le pretese croate dovrebbero scendere per forza. E in questa situazione Pinto si potrebbe inserire cercando di affondare il colpo low-cost. E ovviamente cercando anche di bruciare la concorrenza spagnola. L’alleato, insomma, è da ricercare nel mancato rinnovo. E a quanto pare un accordo al momento non c’è.