Roma, la smentita di Zazzaroni: “Ha sparato cavolate su Mourinho”

Nell’edizione odierna del Corriere dello Sport Ivan Zazzaroni smentisce duramente le voci su José Mourinho e il futuro in Nazionale

José Mourinho anche durante la pausa per il Mondiale è rimasto al centro dell’attenzione mediatica. Nonostante un mese e mezzo di pausa delle competizioni ufficiali, a tenere banco è stato il futuro dello ‘Special One’ sulla panchina della Roma. Il contratto con il club giallorosso scadrà a giugno 2024, dunque c’è ancora più di un anno per tirare le somme e capire cosa fare. Ma nel frattempo il profilo del portoghese è stato accostato a diverse Nazionali.

José Mourinho, allenatore della Roma

Prima la Nazionale portoghese, che dopo l’addio di Santos avrebbe puntato il mirino su Mourinho, scegliendo alla fine Roberto Martinez. Poi è arrivato l’annuncio di Carlos Alberto, ex giocatore del Porto, che ha affermato che Mourinho avrebbe allenato il Brasile. A rispondere in particolare a quest’ultima affermazione ci ha pensato Ivan Zazzaroni sulle pagine del ‘Corriere dello Sport’ scrivendo: “Carlos Alberto ha sparato un po’ di cazzate su Mourinho e il Brasile. La CBF e Ronaldo lo hanno cercato, è vero, ma lui non ha accettato nemmeno di sedersi al tavolo”.

Roma, Zazzaroni su Mourinho: “Mai avrebbe lasciato la Roma”

Se per quanto riguarda il Brasile il tecnico della Roma non ci ha pensato nemmeno per un momento, a fargli gola è stata la possibilità di allenare il Portogallo, la sua Nazionale. Infatti il profilo di Mourinho è stato quello in cima alla lista della Federazione portoghese inizialmente.

José Mourinho, allenatore della Roma ©LaPresse

Sulla possibilità di allenare il Portogallo Zazzaroni scrive: “Un pensiero lo ha fatto eccome, ma non avrebbe mai lasciato la Roma: suggestivo il doppio incarico. L’incontro tra Jorge Mendes, Valdir e il presidente della Federazione c’è effettivamente stato, dove però è stato chiarito che la Roma non avrebbe concesso il nullaosta e dunque non c’erano le condizioni”. Dunque un José Mourinho completamente all’interno del progetto giallorosso e l’ennesima dimostrazione è arrivata anche ieri, quando ha deciso di seguire la Primavera giallorossa dal vivo nel match di Coppa Italia contro il Lecce, facendosi trasportare e non poco dagli episodi in campo. Infine una stoccata anche a Maurizio Compagnoni sull’acquisto di Shomurodov: “Mourinho manco lo conosceva, l’ha preso Pinto dal Genoa perché era un buon prospetto”.