Processo Juventus, udienza fissata: c’è la data

Processo Juventus, udienza fissata: c’è la data del primo dibattimento dell’inchiesta Prisma, quella che ha portato alle dimissioni di Agnelli

C’è la data, quella che potrebbe in un certo qual modo anche cambiare le sorti della stagione. Non solo della Juventus, che è interessata al processo Prisma, ma anche di tutte quelle altre squadre che al momento sono dietro ai bianconeri di Allegri e che si giocano un posto nella prossima Champions League.

Processo Juventus, udienza fissata: c'è la data
Nedved e Agnelli ©LaPresse

E tra queste c’è anche la Roma di José Mourinho, che ha piazzato due vittorie e un pareggio in campionato – sul campo del Milan – in questo 2023, e che è quella che ha fatto i migliori risultati tra quelle che stanno davanti. Insieme all’Inter, ovviamente, anch’essa capace di fare sette punti in tre uscite. I giallorossi ci credono, ovviamente, e potrebbero anche sfruttare, qualora ce ne fossero, i punti di penalizzazione che i bianconeri potrebbero ricevere all’interno dell’inchiesta Prisma: quella sui conti bianconeri che ha anche portato alle dimissioni di Andrea Agnelli.

Processo Juventus, il 27 marzo in aula

Secondo quanto riportato da Sky Sport la prima udienza dell’indagine preliminare è fissata per il prossimo 27 marzo. Tra gli imputati ci sono anche i vecchi dirigenti della Juventus. Sì vecchi, perché tra due giorni, inoltre, dopo le dimissioni, è fissato il consiglio d’amministrazione che renderà ufficiali le nuova cariche della società piemontese.

Processo Juventus, udienza fissata: c'è la data
Agnelli ©LaPresse

Insomma, in tutto questo, ci sono molti club che guardano con interesse a quello che potrebbe succedere. Una Juventus che come detto potrebbe anche pagare sotto l’aspetto sportivo se venissero confermate tutte le accuse che al momento sono venute fuori e che hanno portato a questo processo. Degli sviluppi, ovviamente, ce ne saranno solamente a dibattimento iniziato. Quando si cercherà di fare un poco di chiarezza, quando l’accusa porterà in tribunale le prove, e quando la difesa cercherà ribaltare il tutto. Insomma, poco più di due mesi per iniziare a vedere chiare le cose.