Roma-Inter, si alza la posta: addio immediato da 15 milioni

Addio immediato, 15 milioni di euro e tanti saluti. In questo modo scatta l’effetto domino con l’intreccio tra Roma e Inter che si potrebbe anticipare. 

La bomba la lanciano dalla Francia, e precisamente la lancia l’Equipe, il più autorevole quotidiano transalpino che getta nello sconforto i tifosi dell’Inter. Dopo aver rifiutato l’offerta di rinnovo da parte dei nerazzurri, il difensore sloveno, il capitano della squadra di Simone Inzaghi vista la panchina di Handanovic, potrebbe partire subito, già in questa sessione di mercato.

Addio immediato, 15 milioni: scatta l'intreccio Roma-Inter
Tiago Pinto – Asromalive.it

Di margini per ricucire i rapporti con Marotta non ce ne sono: tra la domanda e l’offerta balla più di un milione di euro e Skriniar ha preso la sua decisione. Che secondo i francesi potrebbe quindi portarlo in queste settimane a Parigi, dopo relativo pagamento del cartellino che si  potrebbe aggirare intorno ai 10-15 milioni di euro. Per non perderlo totalmente a parametro zero l’Inter potrebbe accettare un’offerta del genere.

Addio immediato Skriniar, l’Inter corteggia Smalling

E questo ovviamente si potrebbe ripercuotere sulla Roma. Che come sappiamo ha proposto il rinnovo a Smalling, anche lui in scadenza, ma che per il momento non è stato preso in considerazione dal difensore inglese. Che è cercato sia dalla Juventus ma anche dai nerazzurri, che gustano un altro affare alla Mkhitaryan.

Addio immediato, 15 milioni: scatta l'intreccio Roma-Inter
Skriniar – Asromalive.it

Al momento ovviamente non ci sono segnali di una possibile accelerazione in questa trattativa, ma se l’Inter dovesse perdere Skriniar a gennaio non è da escludere che la dirigenza nerazzurra bussi alla porta di Pinto per anticipare i tempi per l’inglese. Certo, a differenza di quanto successo con lo sloveno che sembra essere ben deciso, l’inglese ancora non ha sciolto nessuna riserva e da qui a giugno le cose potrebbero cambiare. Difficile, ovviamente, ma non impossibile. Ma la situazione, al momento, è questa.