Juventus accerchiata, l’UEFA ci ripensa: “Niente Coppe per tre anni”

Oltre il danno, la beffa. Notte fonda per la Juventus: la rivelazione che cambia di nuovo tutto. Telenovela infinita.

La notizia legata ai provvedimenti ufficiali con cui la Corte di Appello ha inflitto 15 punti di penalizzazione alla Juventus sono rimbalzate senza soluzione di continuità nelle ultime ore.

Juventus accerchiata, l'UEFA ci ripensa: "Niente Coppe per tre anni"
Ceferin – Asromalive.it

Una notizia che chiaramente – in attesa del ricorso al Collegio di Garanzia dello Sport del Coni – riscrive in maniera importante la classifica di Serie A. Una telenovela non ancora finita, che si aggiornerà con altre puntate nel corso delle prossime settimane. La Juventus, infatti, dovrà difendersi anche su altri fronti, per evitare di rendere ancor più complessa la propria situazione. Occhio però al potenziale effetto domino di questa notizia. L’UEFA, infatti, starebbe osservando con particolare attenzione l’evolvere della situazione, ritornando all’attacco in maniera fulminea.

Juventus, l’UEFA e la possibile esclusione dalle Coppe

Intervenuto nel corso della diretta Twitch di Juventibus, è stato Luca Momblano a rilanciare questo tipo di indiscrezione, affermando come l’UEFA starebbe pensando di “escludere la Juventus da tutte le competizioni europee per tre anni, a partire dalla prossima stagione.”

Juventus accerchiata, l'UEFA ci ripensa: "Niente Coppe per tre anni"
Max Allegri – Asromalive.it

Una presa di posizione netta, senza se e senza ma, che se dovesse essere confermata rappresenterebbe un bagno di sangue tremendo per la Juventus, non soltanto in termini economici. Il mancato accesso alle competizioni europee, infatti, avrebbe delle ripercussioni anche sull’appeal del club bianconero, sancendone una clamorosa involuzione. Anche in sede di contrattazione, infatti, la Juve vedrebbe ridimensionato il proprio mercato, non avendo lo sbocco internazionale su cui incardinare le proprie mosse. Ipotizzare quale possa essere lo scenario definitivo è impresa titanica. Quello che è certo, però, è che a Max Allegri sarà affidato un compito di estrema importanza. Riuscire a tenere incollati i vari pezzi di un mosaico sempre più disarticolato è impresa per pochi. Staremo a vedere cosa succederà.