Roma, UFFICIALE: Dybala non parte per Bologna

Bologna-Roma, Mourinho li lascia a casa. Doppia assenza per la trasferta felsinea contro Thiago Motta.

Siamo ormai entrati in una fase decisiva e complicatissima della stagione, contraddistinta da una serie importante di impegni che potrebbero fornire nelle prossime settimane importantissime indicazioni ai fini dei piazzamenti finali nonché degli apparecchiamenti da parte di dirigenza e proprietà alle prossime stagioni. Abbiamo, infatti, evidenziato non poche volte come queste ultime settimane della stagione risulteranno determinanti, non solo in casa Roma, per le tante inseguitrici ad un piazzamento in Champions League e, consequenzialmente, per le tante squadre consapevoli dei risvolti economici che un approdo tra le prime quattro potrebbe garantire.

Bologna-Roma
Paulo Dybala (Lapresse9 – asromalive.it

Particolare attenzione, su questo fronte, merita dunque il momento della Roma, reduce da una serie di impegni importanti e ravvicinanti e che, in terra italiana, ha visto Pellegrini e colleghi perdere diversi punti importanti, soprattutto a causa di una gestione fisica e mentale non sempre semplice dopo i numerosi infortuni che hanno fin qui impedito a Mourinho di poter contare su un organico al completo in un momento cruciale come quello attuale.

Bologna-Roma, Dybala resta a casa: la scelta di Mourinho

Fondamentale, dunque, il sapere gestire le energie e le risorse anche mentali dei non numerosissimi giocatori attualmente a disposizione, totalmente consapevoli delle asperità attuale ma dimostratisi già largamente disposti a dare contributo e aiuto per continuare un percorso che risulta aperto sia in Serie A che in Europa League. A tre giorni di distanza dall’andata con il Bayer Leverkusen e quattro giorni prima del decisivo ritorno, la Roma è attesa dall’incrocio con il Bologna.

Bologna-Roma
Paulo Dybala e José Mourinho (Lapresse) – asromalive.it

La compagine allenata da Thiago Motta rappresenta una delle rose più in forma del campionato, grazie alla felice gestione di un allenatore che, non a caso, è finito ultimamente nel mirino di alcuni top club, rappresentando una suggestione anche per il mondo giallorosso. In attesa dei risultati di Inter e Milan e dopo lo scacco dell’Atalanta a Salerno, l’incrocio di domani assume un sapore determinante, da affrontare però sempre nel pieno rispetto di una gestione che non ignori minimamente l’appuntamento di giovedì.

Non a caso, José Mourinho sembra intenzionato a ponderare scelte di formazione abbastanza chiare, finalizzate ad un risparmio e una gestione delle energie. In attesa di vedere chi scenderà in campo domani, le assenze più importanti saranno sicuramente quelle di Dybala e Rui Patricio, ambedue rimasti nella Capitale e non partiti con la squadra per Bologna, così come i plurimi infortunati. Mourinho ha portato con sé diversi elementi della Primavera, quali Del Bello, Missori, Faticanti, Falasca, Keramitsis e Majchrzak.

Da segnalare anche la presenza di Wijnaldum, subentrato già con il Leverkusen e probabilmente atteso da almeno uno spezzone di gara domani pomeriggio.