Juventus spiazzata dal rifiuto: è derby Roma-Lazio

Juventus spiazzata dal rifiuto: è derby Roma-Lazio per il giocatore che da quelle parti non ha più spazio. Doppia offerta rispedita al mittente

Aspetta la chiamata della Roma. O della Lazio. E al momento ha rispedito al mittente quelle due offerte turche che gli sarebbero arrivate. Non vuole lasciare l’Italia, ha paura di non giocare il prossimo Europeo, o almeno per meglio dire ha paura di non avere la possibilità nemmeno di entrare nella testa di Mancini. Ed è per questo che, probabilmente, non vuole prendere delle decisioni affrettate e comunque spinge – ma con nessuna possibilità – di rimanere alla Juventus.

Juventus spiazzata dal rifiuto: è derby Roma-Lazio
Allegri (Lapresse) – Asromalive.it

Ma dalle parti della Continassa, Bonucci, anche per via delle parole di ieri di Giuntoli, di spazio non ne avrà. Per nulla. E intanto si guarda intorno. Non vuole andare in Tuchia spiega questa mattina TuttoSport, lui per il momento non pensa né al Galatasaray e né al Fenerbahce che si sono mosse. E aspetta la chiamata della Serie A. Dalla Capitale per essere precisi.

Calciomercato Roma, Bonucci aspetta una chiamata

Al momento nessun segnale è arrivato in casa Roma per il difensore centrale che la prossima estate dovrebbe dire addio al calcio giocato – parole sue – e che avrebbe ancora un anno di contratto con  i bianconeri. Ma il duo Allegri-Giuntoli gli hanno comunicato che di spazio per lui non ce ne sarà e non partirà nemmeno per la tournée americana. Insomma, è fuori da ogni progetto tecnico.

Juventus spiazzata dal rifiuto: è derby Roma-Lazio
Bonucci (Lapresse) – Asromalive.it

La Roma ci potrebbe fare un pensiero? Beh, in questo momento i giallorossi dietro sembrano proprio a posto, con nessuna possibilità almeno sulla carta di inserire un altro elemento. Anche perché all’occorrenza pure Kristensen potrebbe andare a giocare nel pacchetto a tre dietro. Le opzioni quindi ci sono e la Roma in questo momento ha decisamente altri obiettivi da centrare nell’immediato, con il centrocampista e con l’attaccante. Quindi, al massimo, se ne potrebbe parlare più in là.