Expo 2030, altro che sponsor della Roma: la sconfitta è clamorosa

Poco fa a Parigi c’è stata la votazione finale in merito alla scelta della città che ospiterà Expo 2030. Il flop di Roma è clamoroso e i numeri parlano chiaro.

Nelle settimane scorse qualcuno ha provato ad alzare diverse polemiche in merito alla scelta dello sponsor sulle maglie della Roma. La squadra giallorossa ha siglato un accordo con Riyadh Season, importante evento che si svolge nella capitale dell’Arabia Saudita. Poprrio la città di Riad era in gara con Roma e non solo per aggiudicarsi l’assegnazione di EXPO 2030. Ecco i risultati arrivati dalla Francia in queste ore.

Expo 2030, altro che sponsor della Roma: la sconfitta è clamorosa
Logo Expo 2030 (ANSA foto) – asromalive.it

Trionfo arabo a Parigi: Riad si aggiudica l’edizione di Expo 2030. La capitale dell’Arabia Saudita ha vinto la corsa per aggiudicarsi l’esposizione universale con un margine decisamente troppo ampio. Per Roma si tratta di un clamoroso flop, con la capitale italiana che chiude all’ultima posizione. Prima di Roma è arrivata la città di Busan in Corea del Sud. Roma è stata scelta da appena 17 voti, con una forbice ampia che la dista dalla capitale araba. Riad  ha trionfato infatti con con 119 voti. Seconda classifica la città Busan, che ha ottenuto 29 voti. La differenza tra Roma e Riad è di 102 voti, difficilmente imputabile allo sponsor arabo sulle maglie del club giallorosso.

Impostazioni privacy