Sassuolo-Roma, formazioni ufficiali: esclusione a sorpresa

Sassuolo-Roma, lo Special One ha deciso quali sono gli undici giocatori che scenderanno in campo tra poco

La Roma scende in campo per la quattordicesima giornata al Mapei Stadium, casa del Sassuolo che arriva dalla sconfitta sofferta contro l’Empoli nello scorso fine settimana. I giallorossi, invece, hanno sconfitto l’Udinese allo Stadio Olimpico che ha esultato ancora per le reti di Mancini, Dybala e poi El Shaarawy che ha chiuso la contesa con un tiro a giro nel finale di partita che ha completato il tris giallorosso.

Sassuolo-Roma, formazioni ufficiali: esclusione a sorpresa
José Mourinho (Lapresse) – Asromalive.it

La gara con il Sassuolo si è caricata di significato non solo perché la Roma affronta una squadra insidiosa e sempre votata all’attacco e al bel gioco. Per Mourinho questa è la partita che permette di rimanere alle spalle del quarto posto che significa Champions League, vero e proprio obiettivo finale. Rimanere aggrappati al gruppone in testa è fondamentale per la scuderia dei Friedkin che seguono a ruota le squadre che la precedono.

Per farlo Mourinho ha voluto mantenere alta la concentrazione della squadra affermando nella conferenza stampa prepartita quali sono le insidie della gara, come ad esempio l’emozionalità dell’arbitro, non adatta a una partita del genere. Soprattutto, poi la presenza di Berardi in campo è un fattore negativo per la Roma anche in vista delle gare future vista l’abitudine dell’esterno di schernire gli avversari per farli ammonire.

Sassuolo-Roma: Pellegrini in panchina, c’è Spinazzola

Tutte le antenne, poi, sono rimaste alzate in seguito alle parole pronunciate dal tecnico romanista in conferenza stampa post partita col Servette. In quell’occasione, infatti, ha affermato che alcuni calciatori hanno perso l’opportunità di scendere in campo a causa di un atteggiamento sbagliato.

Sassuolo-Roma, formazioni ufficiali: esclusione a sorpresa
Lorenzo Pellegrini (Lapresse) – asromalive.it

Tutti si aspettavano delle esclusioni pesanti e una effettivamente c’è stata. José ha deciso di schierarsi con il solito 3-5-2 con Rui Patricio tra i pali e il tridente difensivo Mancini-Llorente-Ndicka a difenderlo. Nella linea mediana Karsdorp e Spinazzola sulle fasce, mentre al centro ci sono Cristante, Paredes e Bove. Coppia d’attacco Dybala-Lukaku. Lorenzo Pellegrini va così in panchina, come Zalewski.

Roma  (3-5-2): Rui Patricio; Mancini, Llorente, Ndicka; Karsdorp, Cristante, Paredes, Bove, Spinazzola; Dybala-Lukaku.

Impostazioni privacy