Il sì di Mourinho e la risposta del club: il ritorno choc fa discutere

Il futuro di José Mourinho, dopo il clamoroso esonero subito a Roma, è in bilico. Ecco l’ipotesi di un clamoroso ritorno

L’esonero di José Mourinho ha scosso la città eterna, ma non solo. Il mondo del calcio è letteralmente spezzato in due, tra chi crede che lo Special One abbia sparato le sue ultime cartucce nella capitale italiana e chi, al contrario, pensa che il tecnico portoghese non sia stato adeguatamente supportato dalla società statunitense, che lo ha esonerato poche ore fa, a favore di Daniele De Rossi.

Esonero Mourinho, Friedkin ha deciso: la data dell'addio
José Mourinho (LaPresse) – asromalive.it

Attualmente, il futuro dello Special One è tutto da scoprire, proprio a causa di questa spaccatura di opinioni, che potrebbe generare movimenti di mercato imprevedibili.

Mourinho torna al Chelsea

Nonostante le numerose perplessità avanzate dalla stampa e da alcuni addetti ai lavori, le piste a disposizione dello Special One sembrerebbero numerose. Tra una clamorosa ipotesi Napoli, emersa nelle ultime ore, la supposta e faraonica proposta proveniente dall’Arabia, il Newcastle, la nazionale brasiliana, quella portoghese e il sempre verde ritorno al Porto, pare che lo Special One non dovrà necessariamente guardare il calcio dal divano, come in molti hanno ipotizzato nel tentativo di denigrare l’ex Tottenham. A tutto ciò, si aggiunge l’ennesimo ipotesi di ritorno, questa volta nei confronti del Chelsea.

José Mourinho al Chelsea (foto Ansa.it) – Asromalive.it

Come riportato da Fraser Gillan, lo Special One sarebbe perfettamente disponibile a subentrare sulla panchina londinese, dove ha militato prima dal 2004 al 2007 e poi, nella seconda avventura blues, dal 2013 al 2015. Nel corso di queste due fasi della carriera, lo Special One ha assicurato ai blues numerosi trofei, tra i quali spiccano tre Premier League, tre Coppe di Lega e una FA Cup. Non vi è ancora nulla di reale sul tavolo, ma le deludenti prestazioni di Pochettino sulla panchina dei blues, potrebbero acuire le speranze dello Special One.

I vertici della società sono piuttosto rinomati per non possedere particolare pazienza per i risultati degli allenatori: Thomas Tuchel, Graham Potter e Frank Lampard si sono susseguiti senza la possibilità di costruire un progetto reale a lungo termine e, anche Pochettino, sta restituendo sensazioni sgradevoli, come la nona piazza attualmente ricoperta dai blues dimostra con evidenza. Tuttavia, ciò che sembra evidente, a prescindere dalla disponibilità di Mourinho – indubbiamente viziata da una società disposta ad investire ingenti cifre sul mercato – è la volontà di proseguire con Pochettino da parte della dirigenza, a cui il ritorno di Mourinho, appare davvero improbabile.

Impostazioni privacy