Dalle condizioni di Dybala all’abbraccio della Sud, De Rossi show: “Nell’album dei ricordi”

Dalle condizioni di Dybala all’abbraccio della Curva Sud: De Rossi show alla fine del match vinto contro il Verona. Le sue parole 

Buona la prima per Daniele De Rossi. Per lui una giornata particolare, quella del ritorno alla Roma in un ruolo diverso, quello da allenatore. Ed ecco tutte le parole di DDR alla fine del match ai microfoni di Dazn.

Dalle condizioni di Dybala all’abbraccio della Sud, De Rossi show: “Nell’album dei ricordi”
De Rossi (Lapresse) – Asromalive.it

Sulle emozioni della giornata – “Quando venivo a vedere le partita, c’era sempre grande affetto che non mi risparmiano mai. Stasera da una parte c’era grandissima emozione ,dall’altra grande tensione: cercavo di conciliare le due cose, ringraziando la gente al triplice fischio”.

Roma a doppia faccia – “Mi è piaciuto molto il primo tempo. Poi se la palla non va veloce e non capisci perché o stai facendo, diventa dura. Fisicamente hanno una grande gamba”.

Le condizioni di Dybala, De Rossi spiega tutto

Come stanno Spinazzola e Dybala? “Già prima della partita Dybala sentiva qualcosina ma non era niente di grave. Credo che possiamo ripetere questa diagnosi; dice che non ha niente ma si sente un po’ indolenzito o comunque non troppo tranquillo libero di spingere. Dybala è stato fermo una decina di giorni, abbiamo spinto con i carichi. Forse è anche colpa nostra ma ha detto che non ha nulla di particolare. Spinazzola qualcosa si è fatto ma anche lui niente di gravissimo”.

Dalle condizioni di Dybala all’abbraccio della Sud, De Rossi show: “Nell’album dei ricordi”
De Rossi (Lapresse) – Asromalive.it

L’abbraccio della Sud – “Uno dei momenti che verranno messi nell’album dei ricordi della mia vita. La seconda carriera alla Roma mi è stata donata, vediamo quanto durerà; da una parte ma la devo godere e dall’altra lavorare perché sulle mie spalle c’è l’amore di questa gente che non mi fa mai dimenticare che siamo stati 20 anni assieme”.

Come trasformare i fischi in applausi? “Giocando meglio il secondo tempo. Parte del nostro lavoro è enfatizzare anche che abbiamo vinto. Dobbiamo festeggiare le vittorie e ricreare entusiasmo. La parte positiva è che la squadra, pur non giocando bene negli ultimi 20-30 minuti, ha lottato. I ragazzi ci hanno tenuto molto a vincere la partita”

Su Pellegrini: “Uno dei migliori giocatori che abbiamo, uno dei talenti più grandi in Italia. Deve ritrovare quella continuità nelle partite. Deve toccare tanti palloni andare dentro l’area a riempirla. Sotto porta ha avuto sempre questo qualità di riuscire a fare diversi gol. Ricopre il mio stesso ruolo, è il capitano. Quando le cose non vanno bene, noi romani è giusto che veniamo messi difronte dinanzi alle nostre responsabilità. Abbiamo i nostri onori e dobbiamo avere anche i nostri oneri. Lui se ne fa carico senza problemi, ho visto un ragazzo molto maturato e cresciuto. Sono contentissimo di lui, è calato anche lui nella ripresa ma nel primo tempo mi è piaciuto tantissimo.
Impostazioni privacy