Feyenoord choc, invasione di campo: i giocatori scappano via

Feyenoord choc, calciatori costretti a scappare negli spogliatoi dopo l’invasione di campo da parte dei tifosi di casa: la situazione

Negli anni abbiamo potuto assistere a diversi episodi da condannare all’interno degli stadi. Anche la nostra Serie A non si può esimere da colpe, in ordine cronologico infatti possiamo ricordare i fatti avvenuti durante l’ultimo derby capitolino, dove i disordini hanno messo a repentaglio l’ordine pubblico.

 Feyenoord choc, invasione di campo: i giocatori scappano via
Tifosi Feyenoord (Ansafoto) – Asromalive.it

Un lancio di torce e di materiale esplosivo che ha coinvolto due tifosi laziali rimasti feriti, mentre le immagini di quanto accadeva stavano già facendo il giro del mondo. Anche nella giornata di ieri ci sono stati episodi simili, con il portiere del Milan Maignan che è stato oggetto di cori razzisti, tanto che la gara fu temporaneamente sospesa.

Quello che è successo oggi però supera ogni limite, le immagini sono da condannare e sono un messaggio negativo per l’intero movimento sportivo, ecco cosa è successo.

Orrore in Olanda: Feyenoord costretto a scappare negli spogliatoi

In Olanda i tifosi stanno mettendo in atto una vera e propria guerriglia, iniziata già lo scorso anno con i supporter dell’Ajax, che fecero sospendere una partita a causa del continuo lancio di fumogeni dalle tribune. Anche quest’anno i tifosi dei Lancieri hanno più volte esagerato per protestare contro la squadra, ritrovatasi a lottare a inizio campionato per non retrocedere.

Quello che però è successo oggi durante il match tra Vitesse e Feyenoord però potrebbe addirittura non avere precedenti. La gara è stata infatti interrotta a causa della condotta dei tifosi di casa, che hanno fatto invasione con lo scopo di venire a contatto con la panchina avversaria.

Vitesse-Feyenoord (Ansafoto) – Asromalive.it

I calciatori del Feyenoord sono stati costretti ad abbandonare momentaneamente il campo, mentre i gialloneri sono rimasti in campo. La partita è poi ripresa, anche se l’arbitro ha faticato e non poco a mantenere la calma sia in campo che sugli spalti.

Impostazioni privacy