Clamoroso Bundesliga, testa a testa con l’allenatore: espulsione immediata

Testa a testa con l’allenatore ed espulsione immediata, è clamoroso l’accaduto di questi minuti. Gli ultimi aggiornamenti.

Continuano le numerose vicende in casa Roma in grado di generare attenzioni e discussioni, al termine di una settimana a dir poco intensa e in grado di far parlare non poco, all’ombra del Colosseo e non solo. Nella Capitale, come noto, la presa di posizione dei Friekdin circa l’allontanamento di Mourinho non è stata certamente incassata a cuor leggero, come emerso anche dall’atteggiamento dello stadio tutto nel corso della gara di esordio come allenatore di Daniele De Rossi.

Bjelica-Sané
Nenad Bjelica (Lapresse) -asromalive.it

Quest’ultimo, come preventivabile, è stato accolto con calore ed entusiasmo da una tifoseria ben consapevole della delicatezza del momento attuale, da affrontare con la massima serietà e consapevolezza nei propri mezzi per dare continuità ad un percorso da poco iniziato, dopo l’interruzione ad interim di un cammino che, almeno in quel di Trigoria, hanno considerato necessariamente degno di essere fermato anzitempo. Gli argomenti di discussione, come detto, sono stati dunque fin qui numerosi e, in queste ultime ore, tanti altri eventi hanno generato nuovi confronti o polemiche, seppur non direttamente legate al mondo Roma.

Bjelica-Sané, scena clamorosa in Bayern-Union Berlino: mani in faccia ed espulsione

Parallelamente al rumore nato per le dichiarazioni a Le Iene di un arbitro in incognito di Serie A, infatti, va segnalata anche la triste vicenda verificatasi nella serata di martedì 25 gennaio in Bundesliga, la cui eco ha avuto presto e grave impatto anche lontano dalla Germania. Ci riferiamo a quanto accaduto al 74esimo minuto di Bayern Monaco-Union Berlino.

Bjelica Sané
Leroy Sane (Lapresse) – asromalive.it

Il tecnico della squadra ospite, Nenad Bjelica, ha infatti avuto un duro confronto con l’attaccante dei bavaresi, Leroy Sané, il quale si era avvicinato alla panchina dell’Union per chiedere il pallone, trattenuto dal tecnico avversario. L’epilogo è stato dei peggiori, con la nascita di un vero e proprio scontro che ha visto Bjelica mettere le mani in faccia al giocatore, rimediando la più che giusta e doverosa espulsione da parte dell’arbitro.

 

Impostazioni privacy