Calciomercato Roma, UFFICIALE: l’attaccante parte in prestito

Il calciomercato giallorosso si muove tanto non solo in entrata, ma anche in uscita: ecco dove andrà l’attaccante

In questo mercato invernale la Roma ha vissuto varie situazioni: dall’urgenza di acquistare un difensore centrale alla necessità di sfoltire la rosa e questo vale per entrambi i reparti, anche quello offensivo dove le offerte e le voci non sono mancate.

Calciomercato Roma, UFFICIALE: l'attaccante parte in prestito
Bavagnoli e Pinto (LaPresse) – asromalive.it

Concentriamoci sul reparto offensivo dove De Rossi sta cercando di capire a gennaio chi farà parte della rosa visto che Andrea Belotti attualmente sembra più lontano dalla Capitale rispetto a quanto sia dentro il progetto tecnico del nuovo allenatore. Le poche reti segnate dal Gallo sono il motivo principale per cui non appare come una soluzione offensiva di qualità.

Bisognerà vedere come evolverà la dinamica relativa all’ex Torino che sembra sempre più vicino al prestito fino al termine della stagione alla Fiorentina. Da non dimenticare il rientro di Abraham dalla rottura del crociato all’ultima giornata dello scorso campionato che ha inevitabilmente complicato i piani dell’annata attuale.

L’attaccante se ne va fino a giugno

A proposito di attaccanti e ufficialità, la Roma ha confermato la cessione in prestito di Barbara Latorre. L’attaccante spagnola tornerà in patria e si unirà al Levante Las Planas fino al termine della stagione. La classe 1993 era arrivata alla Roma dall’Atletico Madrid dopo aver giocato anche nell’Espanyol, Barcellona e Real Sociedad.

Calciomercato Roma, UFFICIALE: l'attaccante parte in prestito
Belotti (LaPresse) – Asromalive.it

Con la maglia giallorossa non è mai riuscito ad andare a segno in campionato nonostante otto presenze. L’unico gol siglato da Latorre è quello in Champions League in occasione della grande vittoria ai preliminari contro il Vorskla Poltava per 6-1 dove realizzò la seconda rete della Roma nonché il momentaneo 2-1.

 

Impostazioni privacy