Lukaku lascia la Roma: doppio tradimento in Serie A

Il Chelsea ha fissato un prezzo vicino ai 40 milioni di euro per Lukaku, in prestito alla Roma fino a giugno

Archiviata una sessione invernale di calciomercato a dir poco sorprendente rispetto alle premesse, la Roma inizia a scrutare oltre l’orizzonte della stagione in corso. In vista del prossimo anno, il nuovo direttore sportivo giallorosso dovrà affrontare diversi punti interrogativi, a partire da quello sulla conferma o meno di Daniele De Rossi in panchina.

Lukaku lascia la Roma: doppio tradimento in Serie A
Romelu Lukaku (Lapresse) – asromalive.it

Le scelte effettuate a gennaio, con l’arrivo di Angelino sulla fascia sinistra e di Tommaso Baldanzi sulla trequarti, hanno dimostrato un’unità d’intenti con l’ex capitano giallorosso, che avrà ora tutte le frecce al suo arco per continuare a lavorare sul 4-3-3 o sul 4-3-2-1.

Lukaku lascia la Roma, ma resta in Serie A

Il capitolo allenatore non è, tuttavia, l’unico argomento all’ordine del giorno in vista della stagione 2024/25. Ovviamente, ogni decisione definitiva verrà influenzata dall’eventuale qualificazione alla prossima Champions League, soprattutto per quanto riguarda la posizione di Romelu Lukaku. L’attaccante belga è arrivato in prestito oneroso la scorsa estate e il Chelsea chiederà circa 40 milioni di euro per cederlo a titolo definitivo.

Lukaku insieme a Conte: ecco il prossimo club
Antonio Conte (Lapresse) – asromalive.it

Una cifra importante, affrontabile solo con il ritorno nell’Europa dei grandi o attraverso cessioni importanti. Il nuovo corso potrebbe anche portare i Friedkin a puntare sul ritorno di Tammy Abraham, affiancando all’attaccante inglese un collega giovane, con o senza Champions. L’unica certezza, al momento, è che le offerte per Big Rom non mancheranno. Oltre alle solite sirene arabe, va valutato anche una potenziale permanenza in Serie A.

Il possibile approdo di Antonio Conte sulla panchina del Milan potrebbe portare l’attaccante belga nella Milano rossonera. Il club cerca da tempo un nuovo attaccante e l’ex Inter, ricorda Qsvs, resta sempre una delle prime scelte del tecnico salentino.

Impostazioni privacy