Calciomercato Roma, offerta rifiutata e sprint Juve

Il mazzo di carte a disposizione di Daniele De Rossi potrebbe subire una decisa metamorsfosi nel corso dei prossimi mesi, ma una big italiana si è messa in mezzo

Nonostante l’assenza di un successore per Tiago Pinto continui a suscitare una certa perplessità tra le fila dei tifosi giallorossi, il mercato e le concorrenti della Roma non attendono di certo che i giallorossi recuperino un assetto societario tale da intavolare nuove trattative. Il gran numero di contratti in scadenza e le svariate questioni da definire con alcune pedine dello scacchiere di DDR, obbligano la Roma a giungere all’apertura del mercato estivo con le idee chiare sulle uscite e, soprattutto, sulle entrate necessarie per fornire a De Rossi, o chi per lui occuperà la panchina giallorossa, una formazione competitiva in vista della prossima stagione.

Il titolarissimo recupera per la Roma: visite decisive
Daniele De Rossi (LaPresse) – asromalive.it

In tal senso sono già presenti alcuni elementi che la società capitolina, nonostante l’assenza di una vera e proprio figura di riferimento a livello di direzione sportiva, starebbe attualmente valutando con convinzione. Uno degli obiettivi più chiacchierato dei giallorossi per il mercato estivo è da poco tornato in voga e un recente aggiornamento potrebbe acuire ulteriormente le attenzioni provenienti dal centro sportivo Fulvio Bernardini, ma anche quelle giunte da altre piazze della massima lega italiana.

Hermoso non rinnoverà con l’Atlético Madrid, la Juve in pressing

E’ vero… Attualmente la difesa giallorossa potrebbe restituire la sensazione di essere ben fornita e in grado di garantire persino una certa qualità nell’alternanza, tuttavia appare utile valutare in prospettiva i possibili cambiamenti destinati a modificare la rosa giallorossa. Scontato in tal senso citare Dean Huijsen, il cui futuro, nonostante l’amore sbocciato con la tifoseria capitolina, sarà con grande probabilità lontano dalla città eterna. La Juventus, attuale proprietaria del cartellino del giovane talento nato ad Amsterdam, pare intenzionata a richiamare il difensore a fine stagione e, per di più, potrebbe risultare difficile vederlo abbandonare Torino, a meno che non venga recapitata ai vertici bianconeri un’offerta irrinunciabile (sopra i 30 milioni).

Anche lo stesso Smalling, da poco entrato con vigore nelle gerarchie di DDR, rimane un calciatore del 1989, sul quale appare complicato costruire un progetto a lungo termine. Ecco che i possibili nomi per la difesa iniziano a fioccare e, tra questi, ne è emerso uno in particolare. Da tenere sott’occhio anche la questione N’Dicka, il cui avvenire risulta piuttosto fumoso, visto il plateale interessamento di diverse società, che potrebbe portare ad una piacevole plusvalenza quest’estate.

Dalla Juve alla Roma: stipendio tagliato e firma
Hermoso, vicino il suo rinnovo con l’Atletico Madrid (Lapresse) – Asromalive.it

Stiamo parlando di Mario Hermoso, centrale difensivo classe 1995, attualmente in forze all’Atletico Madrid. Cresciuto nelle giovanili del Real Madrid, Hermoso è un calciatore dell’Altético Madrid da svariati anni (il trasferimento dall’Espanyol all’Atlético è avvenuto nel 2019), ma la storia d’amore con il club spagnolo, durata per ben 117 partite, sembrerebbe essere agli sgoccioli. Un rinnovo complicato anche e soprattutto dall’ormai rinomata distanza tra l’offerta avanzata dall’Atlético in termini di stipendio e il salario attualmente percepito dal calciatore.

A comunicarlo ecco Mirko Di Natale sul proprio account X(Twitter), dove è stata riportata la scarsa percentuale di possibilità che Hermoso prolunghi a fine stagione con il club della propria città di origine e, soprattutto, il forte interesse che la Juventus starebbe ancora nutrendo nei suoi confronti. Per la vecchia signora appare piuttosto invitante la prospettiva di portarsi a casa un calciatore dalle indubbie capacità, sfruttando un eventuale trasferimento a parametro zero. Con Hermoso ci si assicura un componente in grado di restituire qualità ed esperienza senza soluzione di continuità, il quale, oltretutto, è rinomato per un’invidiabile duttilità nella linea difensiva. Capace di ricoprire diversi ruoli in campo e forte di un’esperienza non trascurabile, potrebbe divenire il perfetto compagno di un giovane talentoso come Huijsen.

Impostazioni privacy