Errore tecnico dell’arbitro: UFFICIALE, partita da ripetere

Il provvedimento non è tardato ad arrivare. L’espulsione contestata ha posto le premesse per la ripetizione della partita. Ecco cosa è successo.

Non sono poche le decisioni arbitrali che in questi mesi si sono prese letteralmente le luci della ribalta. Nonostante l’introduzione del VAR, la soggettività di alcuni provvedimenti ha lasciato di stucco, calamitando polemiche e critiche a non finire. Mai come in questa stagione la classe arbitrale è finita incredibilmente sotto attacco. L’ultimo errore, però, ha letteralmente del clamoroso.

L'espulsione semina il caos: UFFICIALE, partita da ripetere
Espulsione generica (LaPresse) – Asromalive.it

A farne le spese era stata una compagine che milita nel girone B del campionato di Promozione. Nel corso della sfida contro il Grottaglie Calcio, infatti, la Rinascita Refugees, costretta a fare a meno del suo estremo difensore titolare negli ultimi minuti di gioco, aveva perso la sfida 3-0. La decisione del direttore di gara di espellere il portiere della Rinascita Refugees aveva già destato non poche polemiche. L’estremo difensore, infatti, era stato espulso per aver preso con le mani il pallone in seguito ad un retropassaggio di un compagno di squadra. Nella fattispecie, l’arbitro non solo aveva punito il portiere concedendo la canonica punizione indiretta agli avversari, ma aveva addirittura espulso l’estremo difensore.

Portiere espulso, ma l’errore dell’arbitro è clamorosa: partita da ripetere

Un provvedimento non previsto dal regolamento che, come prevedibile, ha avuto conseguenze immediate. Il Giudice Sportivo Territoriale, infatti, ha deciso di accogliere il ricorso presentato dalla Rinascita Refugees e di avallare la ripetizione della sfida.

L'espulsione semina il caos: UFFICIALE, partita da ripetere
Espulsione (LaPresse) – Asromalive.it

Contestualmente alla presa di posizione del direttore di gara, che ha ammesso l’errore tecnico, il Giudice Sportivo ha considerato decisivo l’errore dell’arbitro. L’espulsione, non prevista dal regolamento, ha inficiato in maniera deleteria sull’esito della partita. Ragion per cui, il match sarà ripetuto e partirà dal risultato di 0-0. Pur ribaltando il verdetto del campo, però, il giudice sportivo ha deciso comunque di non cancellare l’espulsione del portiere. Una magra consolazione per il Grottaglie, che dunque sarà chiamato a ripartire da zero per mettere le mani su tre punti che sarebbero di vitale importanza per la propria classifica.

Impostazioni privacy