Nuovo DS e campagna acquisti Roma: De Rossi dice tutto

In attesa della sfida di domani contro il Genoa, Daniele De Rossi ha rilasciato delle dichiarazioni importanti in conferenza stampa.

Dopo aver detto addio di bissare la finale di Europa League dell’anno scorso ed aver perso lo scontro diretto in chiave Champions League contro l’Atalanta di Gian Piero Gasperini, la Roma di Daniele De Rossi è attesa dalla sfida di domani sera dello Stadio Olimpico contro il Genoa guidato dal campione del Mondo Alberto Gilardino. 

De Rossi in conferenza stampa
De Rossi (LaPresse) asromalive.it

La Roma, anche se l’Atalanta dovesse battere quest’oggi il Lecce, ha l’assoluto obbligo di battere il Genoa, visto che la Lazio di Igor Tudor dista solo un  punto. Difendere il sesto posto è davvero fondamentale, visto che, se la ‘Dea’ dovesse vincere l’Europa League contro il Bayer Leverkusen,  potrebbe valere un posto in Champions League..

Tuttavia, in casa Roma si sta parlando anche molto della prossima stagione. Proprio Daniele De Rossi, esattamente nel corso della conferenza stampa di presentazione della sfida di domani contro il Genoa, ha parlato dei prossimi passi del club capitolino. 

Roma, Daniele De Rossi in conferenza stampa: “Abbiamo l’intenzione di spendere bene, dobbiamo cambiar qualcosa”

L’allenatore della Roma, infatti, ha parlato così della prossima sessione di calciomercato: “Ufficialità del mio contratto? Manca pochissimo. Con il Fair Play Finanziario, tutti sono condizionati dagli incassi. Con la società non abbiamo parlato ancora di budget, ma abbiamo l’intenzione di spendere bene e non per forza tanti. Non abbiamo parlato di nessun giocatore, forse la miglior cosa è quella di valorizzare quelli che abbiamo già in rosa e creare così un asset che ti consenta di dare una certa continuità ma è presto ancora. Manca ancora la figura che mette a posto tutti questi tasselli”. 

De Rossi ha parlato in conferenza stampa
Daniele De Rossi (LaPresse) asromalive.it

Daniele De Rossi ha poi continuato il suo intervento: “Ci sono giocatori intoccabili, ma qualche incedibile potrebbe andare via o viceversa. Quello che bisogna fare è cambiare, visto sempre arrivati sesti o settimi. Il tecnico forte deve imporsi per farsi comprare il giocatore che vuole e la società forte lo deve accontentare. Non servono giocatori top player o giovani, ma calciatori che fanno le fiamme. Serve fame. C’è una zona del campo da rinforzare, ma ci sarà gente che mi darà una mano a  rinforzare questa squadra”.

Impostazioni privacy