Blitz in Arabia, Allegri nuovo allenatore: sta succedendo di tutto

Il futuro di Max Allegri potrebbe configurarsi come un vero e proprio boomerang. L’intreccio è da capogiro: ecco cosa sta succedendo

Esonerato ufficialmente dalla Juventus due giorni dopo la vittoria della Coppa Italia a discapito dell’Atalanta, Max Allegri è ancora sulla cresta dell’onda.

Blitz in Arabia, Allegri nuovo allenatore: sta succedendo di tutto
Max Allegri (LaPresse) – Asromalive.it

L’ex allenatore della Juventus, che comunque continua ad essere legato al club bianconero da un contratto in scadenza nel 2025, è stato sostituito in corsa da Montero. La parentesi di questo finale di stagione traghetterà Vlahovic e compagni per alcune settimane, prima del vero e proprio ribaltone. Salvo clamorosi colpi di scena, infatti, il vero e proprio dopo Allegri si chiamerà Thiago Motta. Il tecnico del Bologna è stato individuato da tempo come il profilo giusto al quale consegnare le chiavi di una squadra che nel girone di ritorno di questo campionato è apparsa l’ombra sbiadita di sé. Indipendentemente da quale sarà il destino della panchina della Juventus, però, il futuro di Max Allegri continua a calamitare spifferi ed indiscrezioni. Le sorprese, infatti, potrebbero non essere terminate qui.

Allegri in Arabia Saudita: l’incontro che può cambiare le carte in tavola

Sebbene le indiscrezioni che vorrebbero Allegri intrigato all’idea di ritornare subito in Serie A non trovino particolari conferme, occhio ai movimenti dall’Arabia. Già accostato alle compagini saudite poco meno di un anno, quando decise di restare alla Juventus per provare a riportarla al vertice, il tecnico livornese continua ad essere oggetto del desiderio di diversi club dell’Arabia.

Blitz in Arabia, Allegri nuovo allenatore: sta succedendo di tutto
Allegri (LaPresse) – Asromalive.it

A tal proposito, con un video pubblicato su YouTube, Alfredo Pedullà ha fatto chiarezza sulla questione, rivelando dei dettagli degni di nota. Ecco quanto riferito sull’argomento: “Oggi hanno segnalato la presenza di Branchini in Arabia per una cosa che si era già manifestata a suo tempo, ovvero l’interesse dei club arabi per Allegri. In quei casi il tecnico livornese ha detto di no; io non ho riscontri di cose italiane, vediamo se le cose possono cambiare adesso”.

Impostazioni privacy