Dalla Juve al Bayer: 30 milioni e niente Roma

Ecco le ultime in merito ad un gustoso obiettivo del calciomercato giallorosso, attualmente proprietà della Vecchia Signora di Cristiano Giuntoli

Lo scoppiettante calciomercato che attende la massima lega italiana è pronto a trasformare la Roma di Mou e Pinto in quella di De Rossi e Ghisolfi. Le occasioni per plasmare una rosa in grado di soddisfare le esigenze di DDR sono ghiotte, visti numerosi trasferimenti in uscita che attendono lo scacchiere giallorosso. Prestiti da definire e contratti in scadenza forniranno al nuovo direttore tecnico giallorosso lo spazio per innesti mirati, concepiti proprio in relazione alle velleità tecnico-tattiche del comandante di Ostia.

Cristiano Giuntoli (Ansafoto) – Asromalive.it

Tra le numerose lacune da colmare De Rossi ha più volte evidenziato la necessità di esterni offensivi in grado di sostenere le richieste di un sistema di gioco particolarmente votato alla sovrapposizione e alla profondità.

Portare all’interno di Trigoria esterni in grado di garantire intensità e qualità sulle fasce sembrerebbe uno dei prerequisiti principali per assecondare a dovere le proiezioni tattiche di De Rossi. Ecco che nelle ultime ore sono emersi aggiornamenti di rilievo in merito agli obiettivi del calciomercato giallorosso.

Soulé corteggiato dal Leverkusen, Giuntoli pronto ad ascoltare nuove offerte

Con l’affare Chiesa ancora ai box – in tal senso risulta vitale comprendere i piani di Thiago Motta, il quale non sembrerebbe particolarmente entusiasta di avere a disposizione l’ex Fiorentina nel proprio undici titolare -, la Juventus di Cristiano Giuntoli continua a muoversi sul mercato con il medesimo intento della Roma di Ghisolfi: soddisfare le richieste dei propri allenatori.

Nel caso di Motta, pare che la qualità tecnica e la propensione alla tessitura di una complessa trama offensiva siano i parametri principali per selezionare i nomi sul taccuino bianconero e, in tal senso, quello di Matias Soulé appare come un nome a dir poco aderente a tali requisiti. Tuttavia, per quanto concerne il fuoriclasse argentino – di ritorno a Torino dall’esperienza in prestito al Frosinone – l’età e l’inesperienza potrebbero giocare un ruolo primario nel suo mancato inserimento all’interno dell’undici titolare e, immaginare un talento di tale lucentezza relegato alla panchina, potrebbe realmente passare come un insulto al calcio.

Matias Soule'(Ansafoto) – Asromalive.it

Ecco dunque che, mentre la Roma monitora con attenzione la figura dell’argentino classe 2003 – valutato sui 25 milioni di euro – sulla scrivania dei vertici piemontesi giungono anche messaggi di interessamento dall’estero, dove la qualità e l’estro creativo del gioiello bianconero sono ormai noti. Difatti, secondo quanto riportato da Marco Conterio, pare che il Bayer Leverkusen abbia manifestato con forza la propria attrazione nei confronti dell’argentino, che non a caso corrisponde squisitamente ai profili osservati nel recente passato dalle aspirine di Alonso. In tal senso pare che Cristiano Giuntoli sia propenso ad ascoltare offerte per il proprio diamante grezzo (forse neanche troppo grezzo).

Come nel caso di Dybala, immaginare Matias Soulé al fianco di Florian Wirtz non può che eccitare qualunque amante della tecnica e della raffinatezza palla al piede, oltre alla possibilità di esaltare ulteriormente le raffinate velleità tattiche della formazione guidata da Xabi Alonso.

Impostazioni privacy