Retrocessione dopo lo Scudetto: cifre UFFICIALI e condanna scritta

Retrocessione dopo lo Scudetto. La stagione è terminata eppure potrebbe avere delle code che potrebbero portare a novità ora inimmaginabili.

La stagione non è terminata. Si sono conclusi i campionati nazionali, le competizioni europee per club, ma ora si è tutti in attesa del Campionato Europeo di Germania 2024. Il calcio non si ferma mai e la prossima stagione sarà davvero ‘infinita’.

Retrocessione dopo lo Scudetto
Retrocessione dopo lo Scudetto (Pixabay) Asromalive.it

12 mesi 12 di calcio giocato, senza soluzione di continuità, almeno per chi, dopo aver già disputato le gare di campionato, della coppa nazionale, della propria competizione internazionale, avrà anche l’onere-onere di giocare il Mondiale per Club FIFA 2025 che andrà in scena negli Stati Uniti a partire dalla metà di giugno.

Agosto 2024, inizio gare ufficiali – Luglio 2025 il loro termine, come da calendario. Già da alcune settimane c’è chi si prepara al mega, infinito evento pensando a rose composte da 25/26 titolari. Il calcio non si ferma mai, ma continua a muoversi seguendo rotte e traiettorie decisamente diverse.

Non soltanto soddisfazione, ed un po’ di comprensibile preoccupazione, accompagnano questa messa a terra della prossima, durissima stagione. Il campionato più bello, ricco e spettacolare del mondo, quale la Premier League, non nasconde un certo grado di ansia per ciò che potrebbe accadere nel 2025.

Un verdetto che fa tremare

In Inghilterra, ed in maniera specifica in Premier League, si sta affrontando, seriamente, il problema riguardante le violazioni del Fair Play Finanziario inglese. Una mannaia che ha già colpito, e pesantemente, sia l’Everton che il Nottingham Forest.

Pep Guardiola. Retrocessione dopo lo Scudetto
Pep Guardiola. (LaPresse) Asromalive.it

Soltanto poche settimane fa il Manchester City di Pep Guardiola ha vinto la sua quarta Premier League consecutiva. L’Arsenal è stata la degna rivale per un finale al cardiopalma. Una vittoria che i tifosi dei Cityzens hanno ‘festeggiato’ soltanto in parte, perché preoccupati per ciò che potrebbe accadere alla loro squadra del cuore.

Il Manchester City in autunno andrà a processo perché accusato di 115 violazioni del Fair Play Finanziario inglese. In tanti temono il peggio, partendo dalle penalizzazioni che hanno colpito Everton e Nottingham Forest, per un numero infinitamente minore di infrazioni,

Si teme un verdetto che contenga una pesantissima penalizzazione ed il rischio, a quel punto assai concreto di retrocessione. E come avviene spesso in questi casi sono le quote degli scommettitori a rivelarci la verità. Come ci informa givemesport.com, SkyBet ha reso note le quote relative alle probabilità di retrocessione della formazioni che prenderanno parte alla prossima Premier League.

La quota relativa al Manchester City è crollata ed è arrivata a 16.1! Un crollo che ha gelato il sangue dei tifosi del Manchester City. E si parla già della prossima come l’ultima stagione di Pep Guardiola sulla panchina de Cityzens…

Impostazioni privacy