Abraham alla Juventus: Giuntoli ha scritto la parola fine

Abraham alla Juventus, Giuntoli ha scritto la parola fine alla questione. Ecco cosa esce fuori sui rumors che volevano l’inglese nel mirino dei bianconeri

La Roma ha come obiettivo, in questa sessione di mercato, di cedere Tammy Abraham per poi andare su Sorloth, che in questo momento è quello scelto per andare a completare il reparto avanzato.

Abraham alla Juve
Tammy Abraham (Lapresse) – Asromalive.it

Per arrivare al norvegese, comunque, servono tanti soldi: la clausola rescissoria è di 38 milioni di euro e per il momento il Villarreal ha alzato un muro. Magari questo si potrebbe lesionare nel corso delle prossime settimane, quando il calciomercato entrerà nel vivo e quindi ci potrebbe essere un’apertura. Ma, anche se fosse così, tutto dipenderà poi da quello che sarà il destino del centravanti inglese che, evidentemente, non convince del tutto Daniele De Rossi.

Abraham alla Juventus, l’affare non si fa

A dare degli aggiornamenti, rispetto a quelle che sono state le notizie uscite nella mattinata di ieri, ci ha pensato il giornalista di TuttoSport Nicolò Schira. “Nonostante le ultime indiscrezioni, Tammy Abraham non è nei piani della Juventus come nuovo attaccante”. Insomma, non sembra ci possa essere nulla in questa sessione di mercato, con l’inglese che invece rimane nel mirino, come sappiamo, di alcuni club della Premier League che potrebbero fare felici i giallorossi.

Abraham non interessa alla Juve
Giuntoli, direttore dell’area tecnica della Juventus (Lapresse) – Asromalive.it

Ma quanto costa Abraham? La domanda è questa: fino ad un anno fa, prima dell’infortunio, la Roma avrebbe accettato solamente offerte vicine ai 40 milioni di euro. Adesso, vista la stagione quasi tutta passata ai box del giocatore, le cose sono cambiate. Si potrebbe chiudere anche intorno ai 25milioni di euro, forse 30, che comunque sarebbero soldi importanti per le casse giallorosse. Ghisolfi in questo modo avrebbe senza dubbio quei soldi che servono per chiudere con Sorloth.

Gestione cookie