Rivoluzione Roma, l’addio costa carissimo: bocciatura infuocata

Rivoluzione Roma, l’addio costa caro. La sentenza è già arrivata: “Scelta mediocre”. Ecco gli ultimi aggiornamenti.

Le manovre e le decisioni di Ghisolfi continuano a delineare o, quantomeno, ad apparecchiare un calciomercato che potrebbe implicare non pochi cambiamenti tra le fila della Roma, come ben ci ricordano alcune delle scelte più recenti. Oltre a nomi e ad accostamenti fin qui emersi, ci si attende, in questo mese di luglio, l’approdo di elementi che possano, finalmente, corroborare in modo concreto la rosa, ovviando alle defezioni palesate lo scorso anno e, al contempo, ovviando alle uscite ormai avvenute in quel di Trigoria.

Calciomercato Roma
Dan e Ryan Friedkin (Lapresse) – asromalive.it

Come da tempo noto, infatti, la squadra di De Rossi sarebbe dovuta andare incontro ad un insieme di novità e cambiamenti di non poco conto, destinati a toccare plurimi reparti e, al contempo, ad apportare modifiche che fossero coerenti con i margini di manovra ed intervento concessi ai Friedkin da un punto di vista finanziario. Tra i vari, da qualche ora a questa parte, è emersa anche l’ufficialità di dover trovare un sostituto in grado di ovviare qualitativamente e numericamente alla sortita di Diego Llorente.

La Roma non riscatta Llorente, reazione immediata dei tifosi

Il difensore spagnolo, come noto, non è stato riscattato dal Leeds, portandolo, quindi, tra le fila del Real Betis. Lo stesso giocatore ha confermato l’addio con un saluto sui social, al termine di un’esperienza capitolina durata meno di due anni. Il classe ’93 sarebbe potuto restare per una cifra anche inferiore ai 5 milioni di euro, inizialmente richiesti dal club inglese, ma in quel di Trigoria hanno alla fine optato per una separazione tra le due strade.

Calciomercato Roma
Diego Llorente (LaPresse) – asromalive.it

In attesa di comprendere quali possano essere le evoluzioni di tale scenario, intanto, i tifosi giallorossi hanno espresso chiaramente posizioni, palesando un certo rammarico, talvolta dal sapore di dissenso, per l’evoluzione di uno scenario di calciomercato non proprio atteso fino a qualche tempo fa, anche alla luce dell’affidabilità palesata da Llorente. Questi, alcuni dei commenti su X a riguardo.

Se Ghisolfi trova un difensore migliore di Llorente per 3 milioni di euro, allora gli chiederò scusa. Fino a quel momento, paleserò il mio dissenso nei suoi confronti per questa scelta”. “Leggo il saluto di Llorente e mi dispiace. Mai una polemica, sempre pronto: è un professionista serio. Peccato, in rosa poteva e doveva starci. Vedremo”. “Aspetto fiducioso le vere scelte coraggiose, come rivoluzionare il centrocampo con gli allontanamenti di chi non si sia rivelato all’altezza. Non rinnovare Llorente mi sembra, ad oggi, una decisione mediocre“.

Gestione cookie