Juventus-Roma, Fonseca: «Loro in gol alla prima occasione»

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:17

Non è stata una bella serata per Paulo Fonseca e i suoi ragazzi. La Juventus infatti ha vinto per 3-1 nei quarti di finale di Coppa Italia e ha ottenuto il pass per le semifinali.

Paulo Fonseca @Getty Images

Risultato giusto per quanto si è visto in campo. La Roma nel primo tempo ha pagato carissimo l’ultimo quarto d’ora, quando ha lasciato campo a Ronaldo e soci. Che non hanno perdonato. Inutile il sigillo di Under che ha reso solo meno amaro il ko.

L’analisi di Fonseca ai microfoni di Rai Sport è molto lucida. «La prima volta che loro sono arrivati in porta hanno fatto gol e anche nella seconda» dice il portoghese, che non getta la croce addosso ai suoi ragazzi. «Loro hanno fatto i gol in contropiede. E giocatori come Ronaldo non sbagliano» sottolinea l’allenatore giallorosso.

LEGGI ANCHE –>> I voti di Juventus-Roma di Coppa Italia

Che per questa partita ha dovuto fare a meno di Edin Dzeko. La sua assenza si è sentita, visto che la prestazione di Kalinic non è stata all’altezza. «Sappiamo che Dzeko è un giocatore molto importante per noi, ma il problema non è stato solo Kalinic. Tutti gli attaccanti dovevano fare molto meglio, specie nella fase difensiva. Kalinic, Under e Kluivert devono lavorare di più difensivamente».

Juventus-Roma, Diawara acciaccato fa preoccupare

E come se non mancassero i problemi, si è fermato anche Diawara, che è uscito nel finale a causa di un infortunio. «Sono molto preoccupato. Vediamo cos’ha Diawara, non abbiamo molti giocatori in questo momento. Speriamo che la situazione non sia grave e che possa giocare la prossima partita». Che non sarà delle più semplici. All’orizzonte c’è infatti il derby. «Io devo dire che abbiamo fatto una buona partita fino agli ultimi trenta metri, creando occasioni da gol. Dobbiamo guardare al derby con fiducia, la mia preoccupazione è solo recuperare i giocatori e lavorare affinché possiamo lottare contro la Lazio».

Chiusura sul calciomercato: «Speriamo di prendere uno-due giocatori, ne abbiamo bisogno» conclude Fonseca.