Roma-Lazio, Fonseca: «E’ una partita speciale, siamo molto motivati»

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:54

Domani è il giorno di Roma-Lazio e, come al solito, nel giorno della vigilia è Paulo Fonseca a prendere parola in conferenza stampa.

Under-Suso
Paulo Fonseca @getty images

I tifosi giallorossi anche questa mattina non hanno fatto mancare il loro apporto alla squadra e Fonseca vuole sottolineare subito questo aspetto: «Per noi è bellissimo vedere questo sostegno da parte dei nostri tifosi. Sono molto contento di vedere questo appoggio, è importantissimo per noi. Sono stati presenti in tutti i momenti di questa stagione, sono stati speciali ma in questo momento in particolare dobbiamo lottare per loro e giocare una grande partita. Lo meritano» ha detto il tecnico.

Che dà qualche indicazione sui giocatori recuperati ma non sulla formazione che manderà in campo: «Perotti e Pastore saranno in panchina. La squadra sta bene, è in fiducia e motivata. Ci sono tutte le condizioni per giocare una buona partita. Giocheremo con la difesa a 4, non a 3. Se gioca Santon, Spinazzola o Kolarov, lo vedremo domani». Qualche indizio in più invece lo dà per quanto riguarda la linea mediana. «Giocherà Cristante, anche se non è al massimo. In questo momento non abbiamo altre soluzioni. Scalando Mancini, farei cambiamenti in due settori. Secondo me, dobbiamo stravolgere la squadra il meno possibile in questo momento. Diawara sta già migliorando e non credo che avremo bisogno di interventi sul mercato. I prossimi giorni ci faranno capire se avrà bisogno di sottoporsi a un intervento o meno».

Roma-Lazio, Fonseca carica Kluivert

Kluivert rischia di rimanere fuori. Contro la Juventus non ha brillato ma Fonseca difende l’olandese: «Si è allenato per pochi giorni e a Genova ha giocato 90 minuti. Non è facile per chi rientra dopo tanto tempo. L’ho schierato contro la Juve e non ha fatto una buona partita. Ha accusato la stanchezza. Ora è recuperato pienamente e credo che vedremo un Kluivert diverso rispetto a mercoledì».

LEGGI ANCHE –>> Roma-Lazio, le probabili formazioni

«Noi dobbiamo giocare sempre per vincere»

La Roma ha spesso fallito nei big match ma Fonseca pensa comunque positivo: «La mia intenzione è sempre la stessa: giocare per vincere. In Italia vincere è sempre difficile, sia con la Spal che con la Juve. Per me è importante avere coraggio, ambizione e voglia di vincere a prescindere dall’avversario. Abbiamo perso le due partite contro la Juve ma io sono molto orgoglioso dell’atteggiamento mostrato dalla mia squadra. Abbiamo attaccato, creato situazioni pericolose. Per me questa è la cosa più importante» sottolinea il portoghese.

Un derby da vincere

«Chi gioca meglio vince. Giochiamo una buona partita e ridurremo la possibilità di perdere. Per me una squadra che domina la partita, che ha iniziativa e coraggio è sempre più vicina alla vittoria. Poi magari non succede, ma credo fortemente in questo» dice ancora Fonseca in conferenza stampa, sottolineando come sono «tutti motivati: è una partita speciale, la motivazione è al massimo. Se guardiamo la classifica la Lazio è più forte perché è al terzo posto e noi siamo quarti. Sono però dell’idea che dobbiamo dimostrare il nostro valore in campo».

Lo striscione contro Zaniolo

Nella notte a Trigoria è apparso uno striscione contro il numero 22 giallorosso, fermo per infortunio: “Zaniolo come Rocca… zoppo de Roma”. Fonseca ci va giù duro: «Chi l’ha fatto non è un tifoso di calcio, non è uno striscione accettabile. Chi l’ha fatto non ama il calcio».

Fonseca non ama guardare agli infortunati, che hanno condizionato senz’altro la stagione della sua Roma: «Penso solo al presente e ai giocatori che ho a disposizione. Abbiamo questi giocatori e con questi giocatori vado in campo. Io ho fiducia in tutto, magari a volte sono preoccupato perché abbiamo poche soluzioni ma ho fiducia nel gruppo.Non mi piace lamentarmi». Chiusura dedicata al calciomercato: «Con Petrachi e Fienga lavoriamo insieme e sono sicuro che alla fine del mercato avremo i giocatori che ci servono».