Cessione Florenzi, Sabatini: «E’ come se a Roma rimanesse la periferia»

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:06

La cessione di Florenzi sta facendo parlare davvero tanto sui social in queste ore. Il capitano della Roma infatti giocherà la seconda parte della stagione in prestito al Valencia, nella Liga spagnola.

Walter Sabatini
Walter Sabatini ©Getty Images

Non un titolare fisso per Fonseca, il giocatore ha preso questa decisione per non perdere il treno Europei. Mancini stima molto Florenzi, che però a sua volta ha bisogno di giocare con continuità per essere al top della condizione e farsi trovare pronto all’appuntamento estivo.

LEGGI ANCHE –>> Calciomercato Roma, Florenzi in prestito secco al Bologna

L’ex direttore sportivo giallorosso Sabatini ai microfoni di Sky Sport ha parlato proprio della cessione del numero 24 e nelle sue parole si legge anche un pizzico di amarezza. «Perdere questo tipo di giocatori è come se di Roma rimanesse solo la periferia. Senza nulla togliere alla periferia, questi sono i giocatori che costituiscono il cuore pulsante della città, il Colosseo, i Fori Imperiali e tutto quello che volete».

Cessione Florenzi, ora chi sarà il capitano?

La Roma perde il suo capitano ed è arrivato il momento di capire chi indosserà adesso la fascia. Sabatini ha le idee chiare: «Il testimone a chi può passare? Immagino che il prossimo sia Pellegrini. Come il campo racconta e dice, penso che sia fisiologico. – ha detto l’ex direttore sportivo a Sky – Lui è ragazzo che è partito dalla Primavera e poi è rientrato, penso che sarà lui il capitano. Non credo che il vero problema della Roma sia individuare un capitano romanista e romano. Il problema della Roma come per tutte le squadre è individuare un grande capitano e trovarlo, perché sono rari».