Verso Atalanta-Roma: Peres+Perez, rivoluzione a destra

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:13

La Roma è tornata ad allenarsi sul campo in vista della prossima decisiva partita di campionato contro l’Atalanta. Un match che i giallorossi non possono assolutamente permettersi di perdere.

Fonseca @ Getty Images

Il ko casalingo patito contro il Bologna ha infatti consentito ai bergamaschi di prendersi il quarto posto in solitario e un’altra sconfitta potrebbe davvero distruggere i sogni della Roma di andare in Champions League il prossimo anno. Un piazzamento fondamentale anche per motivi economici, non è un concetto da mettere in secondo piano.

LEGGI ANCHE –>> Roma, con la nuova società previsti cambi nel settore giovanile

In gruppo oggi non si sono visti i soliti lungodegenti Zaniolo e Zappacosta, oltre che ovviamente Diawara che sta continuando nella sua terapia conservativa per evitare l’operazione al menisco che metterebbe già la parola fine alla sua stagione.

Paulo Fonseca sa benissimo l’importanza di questa sfida e sta pensando a delle possibili nuove soluzioni tattiche. La sua squadra sembra essere un po’ a corto di fiato in questo periodo dell’anno e contro l’Atalanta bisognerà correre, correre tantissimo. Ma non solo, perché al di là del modulo l’allenatore portoghese potrebbe riscrivere anche le gerarchie in alcuni ruoli.

Roma, Bruno Peres merita spazio

Al posto del 4-2-3-1 delle ultime settimane dovremmo vedere la Roma in campo con un più abbottonato 4-1-4-1, con Mancini che verrà piazzato davanti alla difesa contro la sua ex squadra. Anche se va detto che non sta attraversando certo un grande periodo di forma. Occhio allora alla possibile sorpresa Villar. Nuove gerarchie, dicevamo. Con Bruno Peres che invece sta bene e merita spazio sulla fascia destra. Fazio tornerà titolare al centro, Mkhitaryan e Carles Perez saranno i due nuovi esterni offensivi. Una Roma nuova per tornare a vincere, insomma, con la consapevolezza però che se la squadra scenderà in campo con lo stesso atteggiamento delle ultime due sfide sarà impossibile fermare l’Atalanta.