Voeller: «Dalla Roma prenderei Zaniolo»

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:32

Rudi Voeller è uno dei giocatori indimenticabili del passato della Roma. Oggi è direttore sportivo del Bayer Leverkusen e ha rilasciato una intervista a Teleradiostereo.

@ Getty Images

All’ex centravanti tedesco, che ha scritto pagine storiche del club giallorosso, è stato chiesto proprio un commento sull’attuale momento che vive la squadra. «So che in questo momento i giallorossi stanno passando un momento difficile e delicato, anche se devo dire che qualche minuto del derby lo hanno giocato veramente alla grande. La Lazio è forte, e lo sta dimostrando, ma la Roma è una buona squadra» ha detto Voeller.

LEGGI ANCHE –>>Atalanta-Roma senza Cristante: come cambia il centrocampo

Che sa benissimo quanto sia difficile essere il centravanti della Roma. «Quando vinci è bellissimo perché tutti ti vogliono bene. Poi se perdi tre volta di fila diventa pericoloso. Questo, però, fa parte del gioco. Tutto è un po’ esagerato nel positivo e nel negativo» ha detto ancora Voeller, che tesse le lodi di Dzeko. «Lui è un numero nove di una classe assoluta, ce ne sono pochi al mondo come lui» ha detto ancora il tedesco a Teleradiostereo.

Voeller è rimasto molto legato alla Roma. «Sono curioso del futuro stadio che sarà costruito. Con tutto il rispetto per l’Olimpico, non è un impianto per il calcio. Mi dispiace per le due curve che praticamente non vedono nulla» ha detto ancora il dirigente del Bayer, che per la sua squadra ha le idee chiare su chi strappare ai giallorossi. «Prenderei Nicolò Zaniolo, che somiglia molto al nostro talento Havertz» ha concluso.