Roma, tra serie A e Europa sarà un calendario fittissimo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:38

La speranza è quello di poterlo fare. Parliamo del tour de force previsto nei prossimi mesi, nel caso in cui – come tutti speriamo – l’emergenza Coronavirus terminerà e si potrà tornare in campo per allenarsi e per giocare le partite.

@getty images

L’Uefa ha rinviato Euro 2020 al prossimo anno proprio per lasciare spazio al completamento dei campionati nazionali, per adesso sospesi. Non si sa quando si potrà tornare a giocare ovunque, in Italia l’ipotesi che va per la maggiore adesso è quella di rientrare sul terreno di gioco all’inizio di maggio.

Da lì in poi però per i giocatori non ci sarà più tempo per fermarsi, le partite saranno calendarizzate praticamente ogni tre giorni. La serie A deve giocare ben dodici giornate, ma non bisogna dimenticare nemmeno che ci sono Europa League e Champions League da completare.

LEGGI ANCHE –>>Zaniolo, niente fretta: appuntamento al 2021

Proprio la Roma in Europa League, al contrario delle altre, deve giocare ancora l’ottavo di finale contro il Siviglia. E quindi per adesso ha ben 13 partite da giocare. Ma la speranza è che siano di più, perché vorrebbe dire per Dzeko e compagni andare avanti in Europa.

Finire tutto entro il 30 giugno

Bisognerà cercare di concludere tutto, sempre se tutto andrà per il verso giusto, coronavirus permettendo, entro il 30 giugno. Perché poi entrerebbero in ballo altri problemi, quelli legati alla scadenza dei contratti dei giocatori. Comunque, tornando alle sfide europee, l’obiettivo è quello di giocare la finale di Europa League mercoledì 24 giugno a Danzica e quella di Champions il 27 giugno a Istanbul. Ma ci sono anche dei piani B già previsti.

Quando si giocherà

Bisogna subito dire che difficilmente ci potrà essere un grande “spezzatino” e non è da escludere che si possa giocare in Europa nel weekend e in campionato a metà settimana. Salteranno i canonici programmi, insomma. Quando si tornerà a giocare? Ci sono due ipotesi ottimistiche nel mese di aprile, il 14 o il 28. Ma entrambe – visto il dilagare del coronavirus in Europa – sembrano alquanto ottimistiche. La speranza è che si torni a giocare a maggio. Ma solo quando si sarà stabilità una data si potrà capire anche come evolverà il calendario della serie A e dei tornei internazionali.