Roma, quale sarà la prima formazione dopo la ripresa?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:00

Manca ormai sempre meno alla ripartenza del campionato di serie A. La Roma scenderà in campo il prossimo 24 giugno all’Olimpico per affrontare la Sampdoria del grande ex Claudio Ranieri, che spera di fare risultato nella capitale. Ovviamente si giocherà a porte chiuse.

edin dzeko
Edin Dzeko @getty images

E c’è grande curiosità da parte dei tifosi per vedere come si presenterà la squadra giallorossa a questo appuntamento. Logicamente i calciatori non potranno essere al top dopo tre mesi di stop. Tuttavia in queste settimane il gruppo ha comunque lavorato sodo per tenersi in forma.

La buona notizia per Paulo Fonseca è l’aver recuperato praticamente tutte le pedine a sua disposizione, da Diawara a Pastore, da Zappacosta a Zaniolo, che si avvia al ritorno in campo. Anche se il suo rientro non sarà forzato. Si è fermato nei primi allenamenti Pau Lopez, il portiere è in dubbio per il primo match del post-coronavirus a causa di una microfrattura al polso.

LEGGI ANCHE –>>Roma, Pallotta rompe il suo silenzio: il messaggio per Fonseca

Roma-Sampdoria: chi scenderà in campo tra i giallorossi?

Proviamo allora ad ipotizzarla la squadra della Roma che affronterà la Sampdoria, anche se mancano ancora tanti giorni. In porta c’è già il primo dubbio. Se Pau Lopez non recupera, spazio a Mirante. A destra Fonseca potrebbe subito rilanciare Zappacosta, di rientro dopo il lungo infortunio, mentre per il resto dovrebbero giocare Mancini, Smalling e Kolarov. A centrocampo altro dubbio: chi resta fuori tra Diawara, Cristante e Veretout? In attacco ci sarà Dzeko, ma dietro di lui è un rebus. Potrebbero giocare Mkhitaryan, Pellegrini e Kluivert. Ma resterebbero fuori Perez, Pastore e Under.

Proprio questa però potrebbe essere l’arma in più per la Roma nella rincorsa al quarto posto. Con una rosa ampia e di qualità (e con cinque sostituzioni possibili) sorpassare l’Atalanta potrebbe non essere impossibile.

LEGGI ANCHE –>>Calciomercato Roma, addio Zaniolo: cambiano le quote dei bookmaker