Fonseca, svolta tattica definitiva per la Roma. E svela il futuro di Smalling

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:59

Fonseca, svolta tattica definitiva per la Roma: l’allenatore annuncia la conferma della difesa a tre nonostante le assenze di Smalling e Cristante.

Fonseca
@getty images

L’allenatore della Roma Paulo Fonseca ha parlato in vista della trasferta di Brescia di domani. La vittoria contro il Parma dopo tre sconfitte consecutive ha riportato un po’ di tranquillità, ma d’ora in avanti non saranno ammessi altri passi falsi. Perché svanita la qualificazione alla prossima Champions League, c’è da salvaguardare quanto meno quella in Europa League magari senza passare dai preliminari. Queste le sue parole.

Poco fa c’è stato il sorteggio dell’Europa League. Che idea si è fatto? Si aspetta di avere in Europa League anche Smalling?
Arrivati a questo punto della competizione tutte le squadre sono forti. Noi non dobbiamo pensare troppo in avanti. Pensiamo solo al Siviglia. Se vinciamo vedremo. Per quanto riguarda Smalling stiamo lavorando per averlo anche in Europa League e sono fiducioso.

Per confermare la difesa a tre potrebbe ricorrere a Fazio? Come sta Dzeko?
Giocheremo con la difesa a tre e Fazio sostituirà Cristante. Dzeko ha giocato tanto nelle ultime due partite, ha avuto poco tempo per recuperare e ha lavorato molto difensivamente nell’ultima partita. Gli ho parlato ieri, era un po’ stanco. Gli parlerò anche oggi per vedere come sta fisicamente e poi decideremo.

In assenza di Smalling e Cristante, Kolarov può giocare nella difesa a tre visto che lo ha fatto al City? Eventualmente meglio lui o Mancini in fase di impostazione?
Ho già detto che domani giocherà Fazio, ma penso che anche Kolarov può fare questo ruolo perché ci ha giocato in passato.

Cosa pensa della stagione di Pellegrini?
Lo sapete, non sono mai soddisfatto. Ho tanta fiducia in lui, mi piace molto è un giovane che deve migliorare. Non possiamo dimenticare che ha avuto nel corso della stagione tanti problemi fisici, è stato infortunato più volte. Può e deve migliorare.

Leggi anche: Calciomercato Roma, accordo per Smalling: tutte le cifre

Cristante

Fonseca, quando fa le esclusioni per scelta tecnica – come quella di Kluivert mercoledì e quella precedente di Bruno Peres o Santon – è perché non sono al top fisicamente o perché li vede perfettamente concentrati come vorrebbe lei? Ci spiega l’esclusione di Kluivert? Sarà disponibile per questa partita?
Sono situazioni diverse. Quella di Bruno Peres era semplice scelta. Kluivert non mi è piaciuto nell’allenamento prima della partita, ne ho parlato con lui e per questo non l’ho convocato per il Parma. Ha reagito bene, ieri si è allenato bene e se oggi lo farà domani sarà un’opzione per noi.

Se sarà confermato il modulo già utilizzato con il Parma chi tra Under, Carles Perez, Perotti, Kluivert, Pastore e Zaniolo ha le caratteristiche adatte per sostituire Mkhitaryan? Quanti minuti ha nelle gambe Zaniolo?
Abbiamo molti calciatori che possono fare quel ruolo, vedremo domani. Zaniolo è stato tanto tempo infortunato, ora dobbiamo scegliere il tempo giusto per farlo tornare a giocare sempre con più minuti. La squadra però è la cosa più importante, devo prima pensare a questo. Non posso pensare solo a Zaniolo. Se abbiamo la possibilità di farlo giocare, lui giocherà più minuti, altrimenti non lo farà.

Kolarov non è partito titolare nelle ultime due partite: è in ritardo di condizione rispetto a Spinazzola o già domani potrebbe tornare dal primo minuto?
E’ stata una mia scelta. Spinazzola ha fatto due buone partite. Se domani voglio giocare con Kolarov so che lui è pronto, perché lavora bene e con qualità. So che sarà eventualmente pronto per scendere in campo.

Fonseca, contro il Parma avete sfruttato molto le corsie esterne per mettere l’ultimo passaggio in area. Molti cross non sono arrivati a destinazione e secondo lei si è trattato di mancanza di precisione tecnica o di un’occupazione poco funzionale dello spazio in area di rigore?
Dobbiamo capire gli avversari e la partita. Il Parma è una squadra molto forte a difendere vicino all’area di rigore con molti giocatori non è facile trovare spazi. Dobbiamo migliorare l’occupazione degli spazi e la decisione, perché possiamo fare meglio. Anche con tanti giocatori che difendono possiamo e dobbiamo fare meglio.

Al di là degli squalificati, anche in questa partita intende fare pochi cambiamenti rispetto alla gara precedente?
Abbiamo Cristante e Mkhitaryan squalificati, ma non voglio cambiare molto. Vedremo questa situazione di Dzeko, se sarà pronto o no. Non voglio cambiare molto.

Al momento Veretout è stato uno dei migliori nella Roma. Per caratteristiche lo ritiene imprescindibile?
Nessuno è imprescindibile nella Roma, ma posso dire che è in un grande momento. Sta giocando bene, è in fiducia ed è importantissimo per noi.

LEGGI ANCHE –>Calciomercato Roma, il Napoli propone un maxi scambio