Roma, Villar esalta tutti con la maglia della Spagna

0
2

Roma, il centrocampista giallorosso Gonzalo Villar, è sceso in campo con la Spagna Under 21 dimostrando tutto il suo valore

@getty images

Un ottima prestazione quella di Gonzalo Villar nel match che la Spagna Under 21 ha disputato giovedì sera contro i pari grado della Macedonia. Una performance che ha fatto sognare tutta la nazione e ha anche strappato ampi sorrisi dalle parti di Trigoria.

La sua personalità e il suo modo di stare in campo nella gara giocata con la maglia della propria nazionale ha anche scatenato una serie di critiche da parte dei media spagnoli, dovute al fatto che il giocatore sia stato lasciato libero di trasferirsi in Italia con troppa leggerezza.

In particolare, alcuni commenti sono stati riportati dal Corriere dello Sport. “Tra pochi anni ci chiederemo come sia possibile che nessuna grande della Liga abbia scommesso su di lui”, ha detto per esempio Javier Alfaro, giornalista del Mundo Deportivo. “Villar, arte in movimento”, ha commentato Rodrigo Marciel di Dazn Esp. Anche alcuni compagni di squadra hanno riservato elogi al giovane che ha postato una foto con la maglia della Spagna e il numero 10 in evidenza. “Quanto ti sta bene quel numero”, ha scritto Javier Pastore, mentre Juan Jesus ha commentato in maniera ancora più entusiasta scrivendo “Ragazzo, tu sei un vero crack”.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Roma, problema esuberi. Intoppo anche per Karsdorp

LEGGI ANCHE >>> Roma-Sambenedettese: probabili formazioni e diretta tv, streaming

Roma, l’intervista rilasciata da Villar

@ getty images

Negli scorsi giorni il giovane centrocampista ha rilasciato una intervista a Goal, in cui ha ribadito la sua soddisfazione per aver scelto la Roma.

Queste le sue parole: Lo scorso anno potevo tornare al Valencia, ma ho preferito iniziare questa nuova avventura – ha dichiarato Villar -. È stata la decisione migliore e si vedrà quest’anno. Sono molto felice e voglio vincere questa sfida. La Roma è un club storico, una bellissima città con un tifo impressionante. Quando sono arrivato non ero molto conosciuto. Ora cercheremo di entrare in Champions League, che è dove deve stare questo club. Spero di giocare più partite possibili da titolare ed essere un calciatore importante di questa squadra“.