Roma-Fiorentina, Fonseca “Basta parlare del direttore sportivo”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:27

Roma-Fiorentina, dopo il pareggio in Europa League contro il CSKA Sofia, la squadra giallorossa è pronta a tornare subito in campo nel match che la vedrà opposta ai viola domani pomeriggio all’Olimpico alle 18:00. Il tecnico Fonseca si è presentato al “Fulvio Bernardini” per la consueta conferenza della vigilia.

Roma

Ecco le sue dichiarazioni:

Smalling può fare due partite in quattro giorni?
“Non ha giocato tutta la partita col CSKA Sofia, vediamo domani”.

La Roma può impensierire le prime?
“Come ho sempre detto, Inter e Juventus sono le principali candidate per lo scudetto e adesso non penso che questo sia cambiato. Poi ci sono altre, la Roma vuole fare meglio della passata stagione ma dobbiamo pensare partita per partita”.

Con la difesa a 3, la rotazione è legata all’avversario o diventerà il ruolo definitivo di Smalling?
“Decido ad ogni partita. per domani ho già deciso.

Carles Perez sarà a disposizione?
“Ha lavorato individualmente, ma penso che domani sarà pronto”.

Come mai giocatori come Pedro, Ibra, Ribery sono ancora decisivi?
“Non è una questione di età, ma la qualità. In altri Paesi quando i giocatori arrivano vicini ai 30 anni, cominciano a dire che sono vecchi. Penso non si debba guardare l’età, ma la qualità e la condizione fisica”.

Quali giocatori devono migliorare?
“Tutti dobbiamo migliorare, tutti i giorni si deve lavorare per questo. Penso che ci siano tanti aspetti da migliorare”.

Abbiamo una curiosità che forse non potrà svelare: ha detto che la squadra è allenata sia per giocare a 3 che a 4.
“Se non posso svelare, è meglio non dirlo. Dipende da tanti aspetti: dal sistema dell’avversario, da come vogliamo giocare. Possiamo giocare con entrambi i sistemi”.

Villar è pronto per giocare anche in campionato dall’inzio?
“Sono tutti pronti per giocare dall’inizio”.

Ha ribadito che serve un ds vicino alla squadra. In che cosa?
“Parlo di questo perché me lo chiedete sempre. Non voglio parlarne più”.

Che tipo di dirigente è Boto, visto che ci ha lavorato?
“Non parlo di persone che non lavorano con noi”.

Che partita si aspetta domani?
“La Fiorentina è una grande squadra. Ha preso giocatori di qualità e d’esperienza , è una squadra con molte soluzioni. Sarà difficile contro una squadra che può arrivare tranquillamente nei primi sette posti in classifica”.

La squadra sembra giocare più in verticale rispetto alla scorsa stagione.
“Dipende dalla partita, ma penso sia un aspetto positivo. Con giocatori come Pedro, Spinazzola, Mkhitaryan è molto importante avere momenti nella partita dove uscire veloci ed essere più verticali. Penso che abbiamo migliorato molto questo aspetto ed è una cosa positiva”.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Roma, Mirante parla del suo rinnovo

LEGGI ANCHE >>> Roma, Fonseca attende due importanti rientri