Roma, prove di armistizio: Fonseca-Dzeko, separazione a giugno

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:36

Roma, è il tempo dell’armistizio tra Dzeko e Fonseca. Pinto a lavoro per far deporre le armi. Ma ci sarà la multa.

Roma
Fonseca e Dzeko (Getty Images)

Mercato chiuso. Dzeko resta. Insieme a Fonseca. Il dado è tratto. Ora, però, è tempi di deporre le armi. E il primo passo è stato fatto ieri mattina – spiega il Corriere dello Sport – quando Pinto ha convocato l’ex capitano e il tecnico. Pace fatta? Non del tutto. Ma adesso le cose sembrano più chiare.

Fonseca ha bisogno di Dzeko per conquistare la Champions League. L’attaccante – che comunque a giugno andrà via – deve giocare per guadagnarsi, a 35 anni, un nuovo contratto importante per la prossima stagione. Ma quest’ultimo, ovviamente, verrà multato. Glielo ha spiegato ieri il general manager. Che ha affrontato anche il tema della fascia di capitano. Rimarrà sul braccio di Pellegrini e sabato, contro la Juve, se mai Dzeko tornerà a disposizione, probabilmente la indosserà Mancini. Questa è la decisione.

LEGGI ANCHE: Calciomercato Roma, offerta rifiutata | Il tecnico attende i giallorossi

Roma, la società sta con il tecnico

ROMA
Allegri rimane sempre sullo sfondo @getty images

La società giallorossa è dalla parte del tecnico. Ma per raggiungere gli obiettivi il centravanti serve. Sarà pace fino alla fine della stagione, poi ognuno per la propria strada. Con Fonseca che addirittura potrebbe rimanere in sella alla panchina della Roma se continuerà a piazzare risultati importanti. Friedkin, che ha incaricato Pinto a risolvere la questione tra i due, sta rivalutando il lavoro del tecnico portoghese. E nonostante ci siano stati abboccamenti con Allegri, le cose potrebbero cambiare in meglio per l’allenatore.

Ieri Dzeko ha ricominciato a lavorare con il gruppo. E probabilmente anche oggi continuerà così. In attesa di sentire anche Pinto che pomeriggio parlerà in conferenza stampa spiegando i movimenti di mercato della Roma e, soprattutto, chiudendo la questione che ha tenuto col fiato sospeso per metà gennaio i tifosi giallorossi. Ovviamente c’è curiosità per capire, anche, come sono andate le cose nello scambio saltato tra il bosniaco e Sanchez. Mancano poche ore per sapere tutta la verità.