Roma, caso Petrachi: ecco l’sms inviato dal dirigente a Pallotta

Roma, dopo la vittoria di ieri di Petrachi in primo grado, Il Tempo pubblica il testo dell’sms che non è bastato per la giusta causa

Roma
Gianluca Petrachi (Getty Images)

Ieri l’ex diesse giallorosso Petrachi ha vinto la prima causa, contro la Roma, per il suo licenziamento. Il giudice ha deciso che il suo allontanamento è stato illegittimo, e adesso la società giallorossa dovrà pagare 5 milioni di euro come indennizzo. Anche se potrebbe ricorrere in appello.

In ogni caso, questa mattina Il Tempo, ha pubblicato l’sms che Petrachi ha inviato a Pallotta che il giudice non ha ritenuto sufficiente affinché ci fosse questo tipo di licenziamento. Ecco il testo: “Buonasera presidente, mi dispiace constatare che lei è un piccolo uomo…ho sperato tanto di poterla rappresentare qui a Roma per poterle far fare bella figura e non farle rubare i soldi che hanno fatto in tanti. Evidentemente non mi sono fatto capire abbastanza. Ora le conviene mandarmi via perché dopo quello che ha voluto fare maniera vile, non potrò più esserle d’aiuto”.

LEGGI ANCHE: Roma, Petrachi vince il ricorso contro la società: ingiusto il licenziamento

Roma, Petrachi dovrà essere risarcito

petrachi roma
L’ex presidente della Roma James Pallotta (Getty Images)

L’ex direttore sportivo quindi, dovrà ricevere il pagamento dei due anni di contratto che ancora aveva con la Roma. Come detto, Friedkin adesso potrà ricorrere in appello, ma gli elementi che ci sono non danno la sensazione che la Roma possa ribaltare la sentenza.

Una vittoria quella di Petrachi che sicuramente lo riabilita agli occhi del mondo dello sport. Era quello, sopratutto, l’intento voluto dal direttore già del Torino e che potrebbe andare alla Fiorentina nella prossima stagione. Di sviluppi, comunque, ce ne potrebbero essere nello spazio di pochi giorni.