Calciomercato, arriva la confessione: “Sono stato vicino alla Roma”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:47

In attesa della partita contro lo Shaktar Donetsk, arriva la rivelazione di un giocatore che afferma di essere stato vicino alla Roma

Ismaily (Getty Images)

La Roma giovedì sera affronterà gli ottavi di finale di Europa League contro lo Shaktar Donetsk. La squadra ucraina è più volte stata sorteggiata con la Roma nell’urna di Nyon, e inoltre sono anche l’ex squadra allenata dall’attuale tecnico romanista, Paulo Fonseca. Un match sicuramente molto difficile, visto che gli ucraini sono una squadra composta da giocatori veloci e tecnici, e ne sa qualcosa l’Inter, che nel girone di Champions League tra andata e ritorno non sono mai riusciti a superarli.

Oggi uno dei protagonisti dello Shaktar, Ismaily, rivela un retroscena durante la conferenza stampa pre-partita insieme al tecnico Luis Castro. Il calciatore brasiliano conferma l’accostamento alla Roma.

Leggi anche >>> Roma-Shakhtar, Pellegrini risponde alle critiche: messaggio ai tifosi 

Leggi anche >>>  Roma, ESCLUSIVO | Caputi su Allegri, Sarri, Dzeko, Pellegrini e Zaniolo

Calciomercato Roma, parla Ismaily in conferenza: dalle voci sui giallorossi alla partita

Ismaily (Getty Images)

Match ostico per la Roma in Europa League, che affronterà lo Shaktar Donetsk. La squadra ucraina negli ultimi anni è più volte capitata ai giallorossi, e le partite sono sempre state molto sofferte. Proprio in vista della partita in conferenza stampa hanno parlato il tecnico Luis Castro e il calciatore Ismaily.

Proprio il brasiliano in passato è stato accostato alla Roma e in conferenza rivela: “Si è vero, ci sono state delle voci. Ho lavora con Fonseca e con lui sono cresciuto molto, ma adesso è importante la partita di domani”. Poi la conferenza continua con il giocatore che afferma: “Sono molto emozionato di giocare contro la Roma, vogliamo portare avanti la nostra idea di calcio e vincere il doppio confronto per qualificarci”. Poi sui punti deboli della Roma afferma: “Prima di ogni partita analizziamo i nostri avversari, non mi sembra corretto parlare dei punti deboli degli altri, così scopriremmo le nostre carte”.