Calciomercato Roma, sorpasso del Napoli: cambiano le quote

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:10

Calciomercato Roma, c’è il sorpasso del Napoli. Secondo i bookmaker approderà in azzurro. Ecco le quote.

Maurizio Sarri, dovrebbe tornare al Napoli (Getty Images)

Se fino a qualche giorno fa, Maurizio Sarri, era dato come uno dei possibili prossimi allenatori della Roma, adesso è il Napoli la squadra che sarebbe più vicina all’ex tecnico di Chelsea e Juventus. I continui rumors attorno a Gattuso e i contatti che ci sarebbero stato con De Laurentiis, hanno infatti fatto precipitare le quote.

Fino a un mese fa, un ritorno dell’allenatore sulla panchina azzurra, pagava 7,5 volte la posta. Adesso questa quota è clamorosamente scesa a 2,50. Mentre sono in salita quelle che vedono Sarri come prossimo allenatore della Roma (7,5) e della Fiorentina, pagata allo stesso modo dei giallorossi. Improbabili Juventus e Inter (15), impossibile un ritorno in Premier League (Arsenal dato a 25). Parliamo delle quote della Snai, riportate da Agipronews.

LEGGI ANCHE: Calciomercato Roma, altro rinnovo ufficiale: firma fino al 2024

LEGGI ANCHE: Roma, putiferio social contro la Gazzetta dello Sport: tifosi scatenati

Calciomercato Roma, sarà Fonseca o Allegri?

Calciomercato Roma
Massimiliano Allegri (getty images)

Rimane Fonseca? Arriva Allegri? Sono queste le domande che al momento si pongono i sostenitori giallorossi. E sicuramente il ventaglio di scelte ormai si è ridotto a queste due nomi. Il portoghese rimarrà a guidare la Roma se riuscirà a piazzarsi tra le prime quattro e conquistare, di conseguenza, la prossima Champions League. In caso contrario Allegri è il favorito per approdare nella Capitale.

A 11 giornate dal termine del campionato e con l’Europa League ancora da giocare, le carte in tavola ancora sono tante. Fonseca non ha mai fatto mistero di voler rimanere, così come Tiago Pinto ha sempre parlato, fino al momento, di un progetto a lungo termine per il tecnico. Nel calcio però contano solamente i risultati e nient’altro. Ecco perché il futuro se lo gioca Fonseca stesso con questo finale di stagione. A obiettivi raggiunti è impossibile, e anche inutile, cambiare.