Calciomercato Roma, il nuovo allenatore ha scelto il portiere

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:01
Calciomercato Roma
Tiago Pinto

Non solo l’obiettivo del nuovo allenatore nella prossima sessione di calciomercato. La Roma per progettare il proprio futuro dovrà molto probabilmente scegliere anche un nuovo portiere. Pau Lopez non convince affatto, sembrava essersi ripreso nelle ultime partite, ma la poco convincente prestazione nella sconfitta contro il Napoli ha convinto quasi del tutto la proprietà a puntare su un altro nuovo numero uno. I nomi usciti in queste settimane sono tanti, da Musso a Gollini, passando per Cragno e Silvestri. Lo spagnolo dovrà essere piazzato e si dovrà cercare di incassare il più possibile, mentre per quanto riguarda Antonio Mirante tutte le valutazioni del caso verranno fatte sul finire di stagione, per il 37enne (38 a luglio, ndr) che ha il contratto in scadenza a giugno prossimo. Per quanto riguarda, infine, Daniel Fuzato, dopo l’esperienza non positiva in Portogallo al Gil Vicente, si cercherà un prestito in Serie A o più probabilmente in B.

LEGGI ANCHE >>> Fonseca senza pace, altro infortunio: la Roma rischia di perderlo di nuovo

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Roma, incontro americano per Allegri: i dettagli

Calciomercato Roma, nuovo portiere e allenatore

alessio cragno
@getty images

Per il nuovo estremo difensore della Roma, secondo quanto riportato da ‘romanews.eu’, non sarebbe Juan Musso il favorito ma bensì Alessio Cragno. La scelta del nuovo portiere giallorosso potrebbe arrivare a seguito di quella del nuovo tecnico, qualora Paulo Fonseca non dovesse rimanere. Con Maurizio Sarri, che avrebbe firmato un preaccordo, potrebbe arrivare infatti il numero uno del Cagliari: classe ’94, a giugno compierà 27 anni, vuole fare il salto di qualità e potrebbe lasciare il club sardo dopo 6 stagioni (non consecutive) in Sardegna. Le alternative rimangono proprio i nomi sopra citati: Silvestri ha il contratto in scadenza nel giugno 2022 con l’Hellas Verona, Gollini non sembra essere più il pilastro dei pali dell’Atalanta, visto che Gasperini sta dando molto spazio anche a Sportiello, mentre l’Udinese vuole monetizzare il più possiibile per Musso, arrivano a chiedere anche 20-25 milioni di euro. La valutazione di Cragno non sarà da meno, forte anche del contratto fino al 2024, ma con qualche contropartita tecnica il conguaglio economico potrebbe scendere.