Calciomercato Roma, ingaggio shock per Aguero: il borsino

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:12

Calciomercato Roma, i club iniziano a muoversi per il centravanti argentino. Ma la richiesta d’ingaggio spaventa i giallorossi

Calciomercato Roma, ufficiale: Aguero a zero
Sergio Aguero ©Getty Images

L’ufficialità che Aguero, alla fine della stagione, lascerà il Manchester City dopo 10 stagioni, inizia a far muovere i top club interessati all’attaccante. Tra questi c’è anche la Roma, che dovrà rimpiazzare il partente Dzeko, e che avrebbe cominciato a sondare il terreno per il Kun. Che, liberandosi a parametro zero, spara grosso.

Secondo quanto riporta la Gazzetta dello Sport la richiesta è di 15 milioni di euro all’anno. Una cifra importante che solamente poche squadre possono permettersi. La concorrenza è alta: c’è la Juve che potrebbe liberarsi di Dybala per fare spazio al connazionale, e il Barcellona, che con Griezmann non ha trovato quell’attaccante importante. Occhio anche al Psg in caso di addii eccellenti.

LEGGI ANCHE: Calciomercato Roma, tra infortunio e rinnovo: futuro in bilico

LEGGI ANCHE: Calciomercato Roma, ipotesi scambio di panchine | Tutto in Serie A

Calciomercato Roma, spaventa la richiesta di Aguero

edin dzeko
Dzeko @getty images

La Roma per il momento è alla finestra. Anche se è a queste cifre i giallorossi non possono e non vogliono arrivare. L’offerta di Tiago Pinto, facendo un enorme sacrificio, potrebbe anche essere di 10 milioni di euro (ammortizzando con il decreto crescita e togliendo dal bilancio l’ingaggio di Dzeko si potrebbe fare) ma è lontana, al momento, da quello che chiede il Kun. Che forte dello status di svincolato vuole guadagnare per passarsi una vecchiaia serena.

In questa trattativa la Roma sembra dietro. Difficile davvero arrivare ad Aguero se lo stesso non abbasserà le proprie pretese. Un’altra pista potrebbe quella di presentarsi dall’argentino con un progetto importante, a lunga veduta, con una squadra pronta a vincere e con un allenatore di grido. Le cose, in quel caso, potrebbero anche cambiare. Ma c’è sempre la prima condizione, quella decisiva: il piazzamento Champions. Senza avere la possibilità di sentire quella musichetta il martedì o il mercoledì, Aguero ringrazierebbe senza prendere in considerazione la proposta.