Ajax-Roma, le probabili formazioni dei quotidiani sportivi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:30

Ajax-Roma, ecco le probabili formazioni dei quotidiani sportivi: i giallorossi in Olanda si giocano una grossa fetta di stagione

Bruno Peres (Getty Images)

Stasera contro l’Ajax all’Amsterdam Arena, la Roma di Paulo Fonseca si gioca una grossa fetta di stagione. Quasi impossibile approdare in Champions League arrivando tra le prime quattro in Serie A, i giallorossi possono arrivarci vincendo il trofeo. Anche se davanti avranno una squadra che, in queste partite, riesce sempre a dare il meglio.

La compagine allenata da ten Hag è un mix importante tra giovani di belle speranze e giocatori esperti. E la Roma, come quasi sempre è successo in questa stagione, ci arriva con delle defezioni importanti soprattutto in difesa. Dove mancherà Smalling. Ma anche lì davanti non ci sarà Mkhitaryan: Fonseca spera almeno di recuperarlo per la gara di ritorno in programma la prossima settimana all’Olimpico. Indisponibile pure El Shaarawy.

LEGGI ANCHE: Roma, doccia gelata: ancora non è pronto per il rientro

LEGGI ANCHE: Ajax-Roma, Fonseca in conferenza stampa: c’è l’annuncio | LIVE

Ajax-Roma, ecco le probabili formazioni

Roma
Edin Dzeko e Lorenzo Pellegrini (Getty Images)

Dubbi, Fonseca, non ne dovrebbe avere. Ieri in conferenza stampa l’allenatore ha spiegato che giocheranno dall’inizio sia Veretout, ormai recuperato, e anche Dzeko: in panchina quindi il capocannoniere della manifestazione Borja Mayoral. In porta come ormai è stato deciso dall’inizio del 2021 giocherà Pau Lopez. Mentre Cristante sarà ancora impiegato nel pacchetto arretrato. La squalifica di Karsdorp dà spazio a Bruno Peres. Rientrano anche Villar e Ibanez, che hanno saltato la partita contro il Sassuolo sabato scorso perché appiedati dal giudice sportivo. La formazione che viene proposta sia dal Corriere dello Sport che dalla Gazzetta dello Sport è di conseguenza questa.

Pau Lopez; Mancini, Cristante, Ibanez; Bruno Peres, Villar, Veretout, Spinazzola; Pellegrini, Pedro Dzeko.

Ovviamente il modulo è l’ormai consueto 3-4-2-1, con Pedro e Pellegrini che agiranno alle spalle dell’unica punta.