Diritti tv, bufera su DAZN dopo i problemi tecnici: la mossa della Lega

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:47

Diritti tv, bufera su DAZN dopo i problemi tecnici di ieri con i tifosi che non hanno potuto vedere alcune partite: la mossa della Lega

diletta leotta dazn
Diletta Leotta @getty images

La giornata di ieri è stata nerissima per Dazn. Che solamente poche settimane fa si è accaparrata la Serie A, in maniera esclusiva, per le prossime tre stagioni a discapito di Sky. Problemi in tutta Italia – ma anche in Europa – che non hanno permesso ai tifosi di vedere Inter-Cagliari e Verona-Lazio. Ma anche gli appassionati della Serie B hanno avuto problemi.

Da qui, secondo quanto scritto da La Repubblica, la presa di posizione della Lega. Un atto scontato e dovuto, ovviamente, che avrebbe mandato una lettera nel tardo pomeriggio di ieri, in cui chiedeva garanzie per il futuro per “evitare simili episodi”. Ma la rabbia dei tifosi ormai era montata a dovere.

LEGGI ANCHE: Serie A, Inter-Cagliari problemi su Dazn | Furia Social

LEGGI ANCHE: Roma-Ajax, la probabile formazione giallorossa: Fonseca ha deciso

Diritti tv, non esiste al momento un piano B

diritti tv serie a
Pallone e logo della Serie A @getty images

La giornata di ieri ha sicuramente alimentato dubbi e paure per i tifosi. Che dall’anno prossimo saranno chiamati ad abbonarsi a Dazn per avere il pacchetto completo della massima serie. Ancora, inoltre, non sono state assegnate le altre tre partite del terzo pacchetto proposto dalla Lega. Quello che praticamente ha la piattaforma streaming in questo campionato. Non c’è stato l’accordo con Sky.

I dubbi delle società che hanno mostrato dello scetticismo nel momento in cui l’asta si è conclusa, ieri sono aumentati. Che avrebbero voluto un impegno scritto da parte di Dazn sull’elaborazione di un piano B, qualora ci fossero stati degli eventi simili. Non c’è infatti nel contratto la possibilità di trasmissione delle partite anche sul digitale. E non sono previste nemmeno delle penali automatiche che invece erano presenti con Sky. Una situazione da tenere sicuramente sott’occhio.