Super League, terremoto in Serie A | Tre club chiedono l’esclusione di Inter, Juve e Milan

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:34

Roma, i giallorossi al momento non fanno parte del progetto di Super League che tanto sta facendo (e tanto farà) discutere in queste ore.

Uefa Coppe

L’ambizioso progetto prevede la creazione di una lega, esterna rispetto a UEFA e FIFA, che metta di fronte nobilissime realtà europee, disposte ad affrontarsi durante la settimana. Si tratta di una soluzione che ha catalizzato numerosi dibattiti e ostilità e che potrebbe cambiare ulteriormente questo sport, vista l’altissima posta in palio.

Si parla di interessi che potrebbero superare i 5 miliardi di euro e ciò giustifica la celerità con la quale ieri è stato convocato il consiglio di Lega di Serie A, presieduto da Paolo dal Pino e Luigi de Siervo. Si è discusso proprio del progetto di Super League, definito “fortemente cinico”.

Ciò ha scaturito la reazione di Scaroni, che ha lasciato intendere come anche il Milan (oltre che Inter e Juventus) sia tra le parti in causa. Non si è invece espresso l’ad nerazzurro Marotta, il quale essendo in Consiglio federale, non può prendere posizioni in quello di Lega.

Leggi anche: Super League, bomba Uefa | Roma subito in finale: ecco perché

Super League, i giallorossi si tirano fuori: campionato rivoluzionato?

(Getty Images)

Per quanto concerne la Roma, i capitolini secondo quanto riportato da Radio Radio hanno fatto sapere a Ceferin che non prenderanno parte alla nuova competizione. Nelle stesse ore, molti club hanno chiesto l’espulsione di chi invece abbia dato il benestare.

Non si tratta di una situazione semplice, considerando che un’eventuale epurazione farebbe perdere molto fascino al campionato e catalizzerebbe altre problematiche, relative ad esempio alla scelta delle terne arbitrali per una competizione slegata dalla UEFA.

Non si ignori nemmeno lo scenario che potrebbe farci assistere ad un Europeo senza tanti giocatori. La UEFA minaccia proprio questo, di impedire ai calciatori delle squadre coinvolte nella nuova Lega di partecipare ad Euro2020.

Intanto l’esclusione di Inter, Juventus e Milan secondo quanto riportato da “La Repubblica” è stata già chiesta da Atalanta, Hellas Verona e Cagliari. Una situazione, insomma, irreale e molto triste le cui conseguenze potrebbero essere critiche.

Più edulcorata e “tranquillizzante” la posizione di Agnelli: «Ci siamo uniti in questo momento critico affinché la competizione europea si trasformi, dando allo sport che amiamo basi che siano sostenibili per il futuro, aumentando sostanzialmente la solidarietà e dando a tifosi e giocatori dilettanti un sogno e partite di massima qualità per alimentare la passione per il calcio».