Caos tamponi, 12 mesi di squalifica a Claudio Lotito

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:09

Caos tamponi, la Corte d’Appello della Figc ha inflitto 12 mesi di squalifica al presidente della Lazio Claudio Lotito. Cosa rischia 

Lotito @getty images

La Corte d’appello della Figc ha inflitto 12 mesi di squalifica al presidente della Lazio Claudio Lotito. La vicenda è relativa ai protocolli Covid che la società biancoceleste non avrebbe rispettato. Il giudizio è arrivato pochi minuti fa, dopo che la Lazio aveva annunciato ricorso rispetto al primo grado, quando il Tribunale federale Nazionale aveva emesso la sentenza di 7 mesi d’inibizione nei confronti del presidente della Lazio.

LEGGI ANCHE: Calciomercato Roma, Sarri non ancora chiuso | Alternativa a sorpresa

Caos tamponi, cosa rischia Lotito

CAOS TAMPONI
Lotito @getty images

Ovviamente si andrà al terzo grado. Anche perché, in questo modo, Lotito rischierebbe di decadere dalla carica federale con l’impossibilità per i prossimi 10 anni di avere un ulteriore incarico. Il decadimento, in questo caso, scatta nel momento in cui si ha una squalifica superiore a 12 mesi negli ultimi 10 anni.

Il massimo dirigente della Lazio ne aveva una già 2 di mesi di inibizione presi nel 2011. La Lazio è stata anche multata con 200 mila euro.