Calciomercato, acquisti e cessioni | Ecco la Roma di Sarri

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:30

L’arrivo di un nuovo allenatore come Maurizio Sarri a Trigoria potrebbe portare molte novità in chiave mercato.

Sarri
Sarri ©GettyImages

Il tempo di Fonseca alla Roma è arrivato ormai agli sgoccioli e l’epilogo è sotto gli occhi di tutti. Il candidato principale alla panchina giallorossa è senza ombra di dubbio Maurizio Sarri. L’allenatore toscano è ambito anche da altre squadre, soprattutto straniere, in primis il Tottenham che lo ha cercato già prima di esonerare Mourinho.

Quel che è certo è che a Trigoria l’idea ormai, dopo la debacle in Europa League con il Manchester di giovedì scorso e la caduta libera in campionato, che rischia di vedere la Roma addirittura chiudere in ottava posizione, sia quella di cambiare allenatore.

LEGGI ANCHE -> Calciomercato Roma, frenata sull’allenatore | Le ultime

LEGGI ANCHE -> Calciomercato Roma, obiettivo attacco | C’è concorrenza per l’esterno

Calciomercato Roma, come cambierebbe la squadra con Sarri

Edin Dzeko
Edin Dzeko ©GettyImages

Nell’ipotetico 4-3-3 di Sarri, gli acquisti dove la società dovrà spendere di più saranno: il portiere, il regista e il centravanti. Il primo perché è chiaro che sia stato il vero problema di questa Roma targata Fonseca. Il playmaker di centrocampo è invece il ruolo dove Sarri punta maggiormente, basti pensare al ruolo che aveva Jorginho nel suo Napoli. La punta di peso infine è essenziale allo stesso tempo, sia perché l’attacco della Roma nell’ultimo periodo è stato alquanto sterile, sia perché la situazione Dzeko dovrà essere chiarita il più presto possibile, anche se è molto improbabile una sua conferma.

Non si può nascondere tuttavia che Maurizio Sarri apprezzi molto alcuni giocatori presenti nella rosa giallorossa. In difesa infatti non ci saranno molti cambiamenti, con i centrali di difesa che verranno confermati, a meno di offerte irrinunciabili, amalgamando il giusto mix di esperienza (Smalling), leadership (Mancini) e gioventù (Ibanez e Kumbulla). Sugli esterni, che con la difesa a quattro giocheranno di conseguenza più bassi, ci saranno sempre Karsdorp e Spinazzola. Da valutare il rientro dal prestito di Florenzi e magari un’alternativa sull’altra fascia come Hysaj, che nella prossima sessione di mercato sarà svincolato e che Sarri conosce bene avendolo allenato a Napoli. Calafiori e Reynolds invece potrebbero fare esperienza ed essere mandati in prestito.

A centrocampo certa la conferma di Veretout e Pellegrini che saranno le due mezzali titolari, e di Cristante e Villar. Il primo potrebbe tornare a un ruolo a lui più consono, mentre lo spagnolo sarà l’alternativa in regia. Complicata la conferma di Diawara (anche a Napoli con Sarri vedeva ben poco il campo), mentre ci sarà la volontà di inserire un altro calciatore dinamico e forte fisicamente. In avanti ci sono molti più dubbi. Probabile la conferma di Borja Mayoral, dopo una buonissima stagione, mentre sulle ali si muoveranno un ritrovato Zaniolo e Mikitarian, anche se l’armeno deve ancora rinnovare il contratto e il ruolo di esterno di campo non è proprio a lui congeniale. Non è da escludere per lui infatti un ruolo da falso nueve alla Mertens. Saranno invece valutazioni in corso d’opera quelle riferite a Pedro ed El Shaarawy, così come ai rientri dai prestiti di Under e Kluivert, con Carles Perez invece ai saluti.

Calciatori che potranno essere rivalorizzati da Sarri e dal suo modo di intendere il calcio, che comunque negli ultimi anni ha portato a risultati importati sia in Italia con Napoli e Juventus, che all’estero con il Chelsea.