Calciomercato Roma, la rivelazione: “Ho detto no ai giallorossi”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:43

Calciomercato Roma, arriva la rivelazione dell’attaccante: “Ho detto di no ai giallorossi” ha ammesso in un’intervista a SportWeek

Calciomercato Roma
Tiago Pinto

Sicuramente lui, con la pre convocazione da parte di Mancini per il prossimo Europeo, è la sorpresa di questo finale di stagione. Gol a raffica, prestazioni importanti, e lo spazio lasciatogli dall’infortunato Caputo sfruttato al meglio. Adesso arriva anche la rivelazione di mercato. Raspadori infatti, l’attaccante del Sassuolo, ha candidamente ammesso di aver rifiutato i giallorossi.

Lo ha spiegato in un’intervista rilasciata a SportWeek, il settimanale della Gazzetta dello Sport. Ecco le sue parole: “Quando a 14 anni mi volevano Inter e Roma, i miei genitori mi hanno lasciato libero di decidere, di dire sì o no. E ovviamente hanno accettato la mia decisione. Ho rifiutato – ha ancora spiegato – perché pensavo che la mia crescita professionale sarebbe stata meglio in un club come il Sassuolo. Per me è come una famiglia. Mi pare infine che i fatti dimostrino che non ho sbagliato a restare qui. In Italia non viene lasciato molto spazio ai giovani, che hanno anche bisogno di sbagliare. il Sassuolo mi ha permesso di farlo”.

LEGGI ANCHE: Calciomercato Roma, la corsa Champions influenza le scelte | VIDEO

LEGGI ANCHE: Calciomercato Roma, colpo di scena per l’attacco del futuro

Calciomercato Roma, Raspadori potrebbe tornare ad essere un obiettivo

Raspadori (getty)

Le parole dell’attaccante del Sassuolo, comunque, aprono le porte ad una possibile operazione futura di mercato. Soprattutto perché, la Roma, e per bocca del general manager Tiago Pinto, ha sempre spiegato di cercare quei giovani importanti che possono sicuramente avere margini di miglioramento e aiutare la squadra per il futuro. Raspadori quindi potrebbe essere sicuramente un obiettivo. Non solo per la giovane età ma anche per le qualità che ha mostrato fino al momento.

Intanto giocherà con la maglia azzurra le amichevoli in vista dell’Europeo. Poi difficilmente riuscirà a fare parte della lista finale dei 26 convocati da Mancini. Ma per lui, la soddisfazione più importante è già arrivata. E la Roma lo guarda con attenzione, questo è fuori discussione.